LA SIGARETTA ELETTRONICA E I SUOI BENEFICI

LA SIGARETTA ELETTRONICA E I SUOI BENEFICI

11 Agosto 2021 0 Di La redazione

La sigaretta elettronica, fin dalla sua entrata nel mercato, ha fatto alzare più di un sopracciglio: in tanti credevano che fosse un prodotto dannoso per la salute almeno quanto le sigarette classiche.

Niente di più sbagliato! Diversi studi hanno confermato che chi fa un uso costante di questi dispositivi va incontro ad una serie di vantaggi evidenti rispetto a chi è dedito al fumo classico. Svapare con i liquidi di Terpy è senza dubbio un’abitudine piacevole e che non presenta alcun elemento nocivo per la salute del fumatore, pardon, svaporatore.

Perché la sigaretta elettronica non fa male?

Gli studi confermano che la sigaretta elettronica non è nociva quanto una sigaretta tradizionale e questo per un motivo fondamentale: le e-cig non bruciano tabacco!

Infatti il problema principale delle sigarette classiche è che queste arrivano alla combustione degli elementi scatenando delle reazioni chimiche che portano ad assumere sostanze nocive.

 

Con la svapata invece i liquidi non arrivano mai a temperature così alte come nel caso della combustione. Questo è senza dubbio un elemento fondamentale e chiaro che fa capire la differenza importante dal punto di vista della salute del fumatore tra e-cig e fumo tradizionale.

 

Di recente sono stati portati a termine moltissimi studi per verificare l’impatto delle sigarette elettroniche sulla salute dei fumatori. I risultati, nel breve e nel medio periodo, sono davvero incoraggianti.

Sul lungo periodo non si hanno ancora dati sufficienti visto che questi dispositivihanno conosciuto un’ampia diffusione soltanto negli ultimi anni.

 

Le svapo possono essere costruite in maniera molto diversa, da modello a modello, ma i principi di base del loro funzionamento sono ovviamente sempre gli stessi.

 

L’idea alla base della e-cig è quella di costruire un’alternativa più salutare al tabacco, evitando di andare a bruciare gli elementi in soluzione: una sorta di aerosol che ospita una percentuale di nicotina che può essere variabile o addirittura assente.

Il liquido è costituito da glicole propilenico, glicerolo e altre sostanze non nocive, che principalmente hanno lo scopo di aggiungere un sapore gradevole.

 

In estrema sostanza, la sigaretta elettronica non fa male perché utilizza quasi lo stesso componente che si utilizza da anni nei concerti dal vivo e nei teatri per creare l’effetto nebbia.

Com’ è fatta una sigaretta elettronica?

Come abbiamo già evidenziato, esistono molte differenze tra le e-cigarette, da modello a modello, ma la struttura di fondo è comunque piuttosto semplice.

 

Tutto il procedimento si concentra sul fare arrivare il liquido, tramite capillarità, all’atomizzatore, anche chiamato vaporizzatore, che lo vaporizza appunto e permette al fumatore di inalarlo.

 

La mancanza di combustione consente di sfruttare i principi attivi senza però andare a formare catrame, idrocarburi policiclici aromatici ed altri residui tossici.

 

Il vaporizzatore altro non è se non una semplice resistenza elettrica che si surriscalda grazie all’energia prodotta da una batteria agli ioni di litio. Una volta che il liquido, attraverso un tamponcinoimpregnato, entra in contatto con l’atomizzatore, si crea il vapore che può essere aspirato tramite il bocchino.

 

Ogni modello di e-cigarette fornisce prestazioni differenti in base ad alcune caratteristiche come le dimensioni della batteria, la tipologia di cartucce, il bocchino. Le dimensioni e le forme possono essere le più svariate e non è un mistero che oramai la sigaretta elettronica sia diventata un elemento di stile.

 

Vi sono fumatori che posseggono diverse e-cig che alternano in base al loro outfit, per andare a combinare il dispositivo ed anche gli aromi ai più diversi contesti.

I benefici dell’uso della sigaretta elettronica

Il fumatore che inizia ad utilizzare una sigaretta elettronica non può non riscontrare effetti benefici già nelle prime settimane di utilizzo: gola meno infiammata, nessuna secchezza, nessun fastidioso odore e sapore generati dalla combustione.

Migliorano anche le condizioni dei bronchi, quindi tutta la fase di respirazione, e si ha una sensazione di sollevamento del petto. Come se ci si fosse tolti un’oppressione. Il fiato comincia a tornare nella sua interezza.

 

Nel medio periodo si assiste anche ad altri miglioramenti della salute: principalmente si riduce drasticamente la produzione di catarro e quindi di espettorati e si riacquista una maggiore sensibilità olfattiva.

 

Nell’utilizzo continuato di una e-cigarette si prende confidenza con il dispositivo e si impara a gestire meglio le boccate di fumo, a ridurre il riflesso condizionato e a non aver più bisogno di fumare un’intera sigaretta come avviene nel fumo classico. A volte basta una boccata, giusto per avere il sapore.

 

Gli studi sulla sigaretta elettronica, uniti a quelli fatti negli anni sul glicole isopropilico, sono davvero molto incoraggianti e non hanno nulla a che vedere con i drammatici dati derivanti dalle ricerche sul fumo di sigarette classiche.

 

Moltissimi oncologi, tra cui alcuni di chiara fama, hanno difeso pubblicamente la sigaretta elettronica, dopo aver verificato che la quantità di sostanze tossiche immesse nell’organismo è enormemente più bassa.

 

I dati inerenti al fumo da tabacco sono tremendi e non lasciano dubbi di sorta: ogni anno nel nostro Paese muoiono circa 40 mila persone per tumori al polmone derivati da fumo.

Ma non solo polmoni: infatti moltissimi fumatori evidenziano anche un calo importante delle condizioni di salute che possono portare a sviluppare patologie legate direttamente o indirettamente a questa cattiva abitudine.

 

Cancri al cavo orale, piorrea e problemi dentali gravi, ictus e infarto a causa delle scorie che arrivano anche a danneggiare vene e arterie, sono soltanto alcune delle gravissime conseguenze del fumo classico.

 

Tra le altre cose fumare sigarette classiche riduce la capacità respiratoria, come abbiamo accennato, e ciò comporta un allontanamento spontaneo da comportamenti sani come l’attività fisica e il mantenimento di una dieta equilibrata.

 

Con la sigaretta elettronica tutta questa cascata di eventi drammatici può essere fermata sul nascere: la mancata combustione e la possibilità di andare a ridurre le percentuali di nicotina, fino a farla scomparire del tutto, rappresentano una ventata di salute per i fumatori.

 

L’utilizzo continuativo di e-cig porta evidenti benefici e non sono state riscontrate problematiche di sorta, a parte qualche rarissimo caso in cui dopo lunghi periodi il fumatore può sviluppare qualche ipersensibilità alle componenti aromatiche che può generare un minimo di irritazione. Nulla di più.