LA SICUREZZA NELLE SCUOLE È UN OPTIONAL O UN DOVERE?

LA SICUREZZA NELLE SCUOLE È UN OPTIONAL O UN DOVERE?

6 Aprile 2016 0 Di Leonardo D'Avenia

Scuola

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di un nostro telespettatore:

Negli ultimi anni gli edifici scolastici italiani, la loro obsolescenza, a volte, l’incuria e l’approssimazione, spesso, sono stati al centro delle cronache per episodi di incidenti determinati da cedimenti di parti strutturali. Questa mattina, a CONTRADA, nell’edificio che ospita la Scuola dell’Infanzia e la Primaria si è rischiato il dramma.

I fatti:

In una classe dell’infanzia l’insegnante MMP, originaria del posto, è stata colpita dalla caduta di un infisso, porta-finestra, cui hanno ceduto i cardini. La donna è stata colpita al capo ed alla spalla, per poi cadere sotto il peso dell’infisso( 45 kg) riportando anche un colpo alla gamba. Trasportata in Ospedale le è stato  riscontrato un trauma cranico con distorsione cervicale e contusioni diffuse. Fortunatamente, se così si può dire, non ci sono state conseguenze più gravi.

Qualche domanda.  Vero che l’infisso sia caduto per cedimento dei cardini, chi avrebbe dovuto controllarli; o meglio : da quanti anni, forse mai, tale struttura non viene controllata? Chi avrebbe dovuto procedere alle verifiche ? In fondo le risposte si conoscono già e contemplano l’abbandono di tantissime strutture pubbliche, le scuole in primo luogo.

Il dato è che se l’infisso fosse caduto qualche minuto prima, con i bambini, di cinque anni,  che giocavano in prossimità, adesso staremmo a raccontare di un esito certamente più drammatico.