LA SCANDONE ASFALTA ZAGABRIA 75-57 E SI AVVICINA AL PASSAGGIO DEL TURNO IN CHAMPIONS LEAGUE

21 dicembre 2016 0 Di Domenico Zappella


La Scandone Avellino cala il settebello in Europa conquistando la settima vittoria in Champions League annientando il Cibona Zagabria per 75-57 avvicinandosi sempre più alla qualificazione al turno successivo. Gli irpini, nonostante l’assenza forzata di Cusin fermo per una contusione alla schiena, giocano un basket concreto e a tratti spettacolare mandando ben 5 uomini in doppia cifra. Spicca la prestazione di Randolph, mvp del match con 18 punti, che spacca in due la gara appena mette piede in campo. Avellino, infatti, parte contratta e dopo il 6-11 iniziale piazza un break di 13-0 che ribalta completamente il match. E’ un monologo biancoverde, Thomas e Randolph trovano il canestro a ripetizione, Fesenko fa la voce grossa sotto i tabelloni (10 punti e 12 rimbalzi), il tutto sotto la sapiente regia del solito Ragland. Ma a girare alla perfezione è l’intero meccanismo di coach Sacripanti tanto che lo stesso coach al 18′ si permette il lusso di inserire anche l’avellinese Parlato. Nel secondo tempo non c’è storia, Avellino è troppo forte rispetto ad una Zagabria deludente che trova la via del canestro solo con il 19enne talento croato Zizic già selezionato in Nba dai Boston Celtics. Termina 75-57 con il grande applauso del Paladelmauro che, però, in Champions League resta sempre più vuoto. Un Natale con i fiocchi per la Scandone che ora si gode qualche giorno di meritato riposo, poi martedì si ritorna al Paladelmauro per il campionato con la sfida all’autentica rivelazione del torneo italiano, quella Capo d’Orlando che ha nel proprio roster un irpino doc, Iannuzzi nato a Cesinali e cresciuto con la Scandone.