LA REGIONE DECURTA LO STIPENDIO E CHIEDE ARRETRATI, SCIOPERO MEDICI DEL 118 IL 26 MARZO

LA REGIONE DECURTA LO STIPENDIO E CHIEDE ARRETRATI, SCIOPERO MEDICI DEL 118 IL 26 MARZO

15 Marzo 2021 0 Di La redazione

Destinatari del provvedimento sono i medici delle ambulanze dopo la decisione della Corte dei conti che dichiara illegittima l’indennità di 5 euro all’ora risalente al 1999

Incroceranno le braccia venerdì  26 marzo i medici del servizio di emergenza territoriale della Campania. A proclamare lo sciopero 16 sigle sindacali che manifesteranno sotto la sede della Regione Campania in via Santa Lucia, a Napoli, contro la decisione della regione. In un documento inviato al prefetto di Napoli, Marco Valentini e al presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, firmato dai sindacati Anaao, Aaroi, Cimo, Cgil Medici, Cisl Medici, Uil Medici, Fvm, Fassid, Anpo Ascoti Fials Medici, Fesmed, Fimmg, Smi, Snami, Sumai Assoprof, Fespa e Intesa Sindacale sono state messe nero su bianco le ragioni della protesta. Giovedì è previsto un nuovo vertice in Prefettura a Napoli per tentare di scongiurare lo sciopero. Anche in Irpinia le storie dei medici in prima linea toccati dal provvedimento

 

 

SANITA’. TAGLI INDENNITA’ MEDICI 118. “LA PRIMA LINEA COVID UMILIATA”