ASSALTO PORTAVALORI. CONFLITTO A FUOCO CARABINERE-COMMANDO-POLSTRADA. BOTTINO INGENTE

ASSALTO PORTAVALORI. CONFLITTO A FUOCO CARABINERE-COMMANDO-POLSTRADA. BOTTINO INGENTE

4 Dicembre 2018 0 Di La redazione

Il colpo avrebbe fruttato 2 milioni di euro ai malviventi : hanno agito incappucciati e armati di kalshnikov, con un escavatore hanno squarciato il blindato e trafugato parte del danaro. A metterli in fuga un Carabiniere che ha intimato l’alt e sparato quattro colpi:  i rapinatori hanno risposto al fuoco; seconda sparatoria con una pattuglia della Polstrada. Per fortuna nessun ferito, ma scene da film e panico. Sul posto la Scientifica per i rilievi. Il raccordo è ancora chiuso

 

Si stima che fossero una ventina. Suddivisi in gruppi. L’assalto è stato lanciato poco dopo le 9.00. Nel mirino i tre blindati della Cosmopol  che, a quanto pare, stavano trasportando circa 8 milioni di euro alla Banca d’Italia. Il colpo è stato messo a segno a poche centinaia di metri dello svincolo di Serino (in direzione Avellino).

 

IL PRIMO INTERVENTO DI UN CARABINIERE

Un militare della Stazione di Serino era impegnato in un servizio di traduzione in carcere di un detenuto. La sua auto è rimasta imbottigliata nel traffico scaturita dalla rapina. Il militare dopo essere stato avvisato da una cittadina circa la presenza di uomini armati ed incappucciati è sceso dalla vettura, lasciando autista e detenuto. Avvicinatosi al commando ha intimato l ‘”alt” e prima che un rapinatore armato di kalashnikov facesse fuoco, ha esploso 4 colpi di pistola.

I malviventi prima di darsi alla fuga hanno bloccato il traffico su entrambi i sensi di marcia incendiando auto e seminando un tappeto di chiodi per non essere intercettati.

Poco più avanti in azione un altro gruppo armato che con un furgone riusciva a fermare due blindati della Cosmopol, con l’ausilio di una ruspa hanno trafugato parte del contenuto in denaro contante.

Nel frattempo un altro gruppo bloccava con le auto la corsia sud, all’altezza di Atripalda, per evitare l’intervento delle Forze dell’Ordine.

 

IL SECONDO CONFLITTO A FUOCO CON LA POLSTRADA

Un gruppo di rapinatori nella fuga veniva, all’altezza di Atripalda, intercettato da Polizia Stradale che faceva fuoco.
Autori divisi in più gruppi si dileguavano con altre auto in appoggio lungo il raccordo in varie direzioni.

Nel corso della rapina sono stati esplosi numerosi colpi di kalashnikov all’indirizzo dei furgoni portavalori e le guardie sono state disarmate.
Due auto utilizzate sono state poi abbandonate.
La rapina è stata sventata in parte grazie ai sistemi di difesa del furgone.
Al momento non si registrano feriti.
Indagini in corso.

Sul posto per un sopralluogo anche il Procuratore della Repubblica di Avellino, Rosario Cantelmo ed il sostituto procuratore Roberto Patscot.