LA NOTA DI NORBERTO VITALE – IL GOVERNATORE E LA BANDANA!

LA NOTA DI NORBERTO VITALE – IL GOVERNATORE E LA BANDANA!

18 Gennaio 2020 0 Di Norberto Vitale

Vincenzo De Luca sembra essere sicuro del fatto suo: nel Pd non ci sono complotti per impedirgli di essere il candidato del Partito Democratico per la riconferma al vertice della Regione.

Sarà ma non è sfuggito, se non al governatore, che ieri pomeriggio nel salone della Camera di Commercio mancavano quei pezzi del partito, in questo caso della provincia di Avellino, che solitamente e fino all’altro ieri non si perdevano un appuntamento nel quale ci fosse De Luca. In realtà De Luca si sta riempendo di pizzicotti per non sbottare e penso che l’ultimo doloroso pizzicotto se lo stia infliggendo in queste ore alla luce della candidatura per le elezioni suppletive del collegio senatoriale di Napoli di Sandro Ruotolo, di fatto il candidato di de Magistris.

Il terzo indizio che ci dice che De Luca è costretto a raccontarla così, lo fornisce lo stesso De Luca: “Se mi offrono la carica di governatore di Bankitalia, lascio Santa Lucia e vado di corsa”. Indirettamente ma intenzionalmente, rende note due cose: che ci sono già stati tentativi per spingerlo al passo di lato; che nessuno gli impedirà di ricandidarsi comunque.

La convergenza su Ruotolo costituisce di fatto una accelerazione del Pd verso la anche fantomatica larga coalizione che senza De Luca, si votasse oggi, dovrebbe recuperare una decina di punti di svantaggio. Una candidatura che suona come un campanello d’allarme per De Luca che confidava nel fatto che alla fine, per mancanza di alternative credibili, il Pd sarebbe stato costretto a riabbracciare il suo governatore per il quale negli ultimi quattro anni e mezzo, non ha speso una sola parola di apprezzamento. La candidatura di Ruotolo, rispettabilissima, mette però la bandana al Partito Democratico: è un tassello del partito nuovo al quale pensa Zingaretti? In ogni caso non sarebbe quello di De Luca.