Home / News / LA CAMORRA RIDE DELLO STATO: “PREFETTO, INTERVENGA!” – IL PUNTO

LA CAMORRA RIDE DELLO STATO: “PREFETTO, INTERVENGA!” – IL PUNTO

Dare lavoro attraverso i beni confiscati ai boss è la risposta più forte che lo Stato può dare per combattere la criminalità e riaffermare la legalità. A Quindici, però, sta per passare il messaggio che a vincere è il para-stato. La denuncia e i timori di Libera hanno bisogno di sostegno. Il nuovo Prefetto saprà farsi carico del problema.

Circa Vincenzo Di Micco

Vincenzo Di Micco

Vedi Anche

SERVIZI SOCIALI AVELLINO: IL PUGNO DI FERRO DELLE ISTITUZIONI, LA MANO TESA DEI PIÙ POVERI

Con un blitz la polizia municipale ha rimosso il giaciglio di un senzatetto all’ingresso del ...

“ORA ET POCO LABORA”, IL DRAMMA DELLE DIPENDENTI LICENZIATE DALLE SUORE

L’appello disperato delle ex dipendenti presso la casa delle figlie della carità a Lauro: “siamo ...

Un commento

  1. Se libera invece di continuare a incamerare beni che potrebbero andare a disoccupati e terremotati, esprimesse proteste ufficiali contro la denegazione della legislazione antimafia, contro gli abusi del governo sulla magistratura, gli attacchi a chi porta avanti la legalità e contro le forze dell’ordine, sarebbe credibile.
    Invece per carità.
    Così è solo un altro parassita, tra i vari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *