LA PROPOSTA. INTITOLARE AD ANTONIO DI NUNNO UN LUOGO SIMBOLO DI AVELLINO

LA PROPOSTA. INTITOLARE AD ANTONIO DI NUNNO UN LUOGO SIMBOLO DI AVELLINO

24 Gennaio 2020 0 Di La redazione

La proposta è stata condivisa nel dibattito organizzato nel quinto anniversario della scomparsa 

La sala blu del carcere borbonico di Avellino è affollata. Semmai ce ne fosse stato bisogno a testimoniare il profondo legame di affetto e riconoscenza di un’intera Città verso il compianto primo cittadino. A cinque anni dalla scomparsa il ricordo di Antonio Di Nunno è vivo. Attuale è il suo esempio di dedizione e più che mai la sua visione della politica.

Ricordi ed analisi emergono nelle relazioni di Generoso Picone e Amalio Santoro, moderati da Aldo Balestra. All’iniziativa, promossa dal giornale L’Irpinia, le conclusioni vengono invece affidate ad Antonio Bassolino sul tema “La Stagione dei sindaci”. E’ un pezzo di storia d’Italia che viene riscoperto: dal dopo tangentopoli alla elezione diretta dei sindaci, dal proporzionale al maggioritario: la classe dirigente locale, suffragata dal voto popolare, scompagina logiche e sistemi partitici che nel tempo saranno destinati a mutare. Ad introdurre i lavori è il saluto della delegata provinciale alla Cultura Rosanna Repole, insieme a quello dell’attuale primo cittadino di Avellino. La proposta di Festa d’intitolare un luogo simbolo del Capoluogo alla figura di Antonio Di Nunno ha trovato il plauso della sala.  “E nostro dovere ricordare gli avellinesi, e sono tanti, che si sono spesi per la comunità rimettendoci anche in salute, oltre che in sacrifici personali portati avanti con amore, competenza e passione”, queste le parole del Sindaco che ha chiesto agli amici di Di Nunno di proporre e condividere una “doverosa intitolazione”.