INCONTRO TIFOSI-CIRCELLI. DOMATTINA LA DOCUMENTAZIONE, POI SI VA DAL NOTAIO

INCONTRO TIFOSI-CIRCELLI. DOMATTINA LA DOCUMENTAZIONE, POI SI VA DAL NOTAIO

5 Febbraio 2020 0 Di Pellegrino Marciano

Giornata frenetica in casa Us Avellino. Circelli entro domattina dovrà presentare tutta la documentazione, poi si andrà dal notaio per la cessione

 

5 febbraio frenetico in casa Avellino per la questione societaria. Una giornata confusa sicuramente, cominciata coi i messaggi e le telefonate tra Izzo, Polcino e Circelli. Quest’ultimo non rispondeva alle sollecitazioni di Izzo che ha provato la carta Polcino per sentire la voce dell’amministratore unico. Tutto inutile. Alle ore 17 incontro allo stadio Partenio-Lombardi tra circa una ventina di tifosi biancoverdi con Circelli, alla presenza del direttore sportivo Musa e mister Capuano. Izzo in vivavoce esorta Circelli ad aprire la sua posta elettronica, dove Circelli trova e legge la mail inviata dall’avvocato Reppucci nella quale si chiedono le carte della gestione dell’amministratore unico entro domattina alle ore 10. Circelli accetta e addirittura ribatte, facendo presente che se non dovessero essere pronte le carte entro le ore 10 firmerà un documento nel quale si accolla tutta la responsabilità nei panni di amministratore unico della gestione dell’Us Avellino dal 6 dicembre ad oggi. Dunque, Izzo vuole vederci ulteriormente chiaro prima di fissare l’appuntamento dal notaio e acquisire interamente le quote del club liquidando Riccio, Cusano e Circelli con circa 250.000 euro, compresa la caparra di Di Matteo pari a 100mila euro che Circelli si è impegnato a restituirgli. Cosa resta di un freddo 5 febbraio? Un dialogo in vivavoce tra Izzo e Circelli, una tifoseria imbufalita e un appuntamento da un notaio ancora non fissato.