IN OGNUNO DI NOI I SEGNI INDELEBILI DEL CORONAVIRUS 

IN OGNUNO DI NOI I SEGNI INDELEBILI DEL CORONAVIRUS 

13 Marzo 2020 0 Di Sandro Feola

Passerà, prima o poi. Come scrivono i nostri bambini, “Andrà tutto bene”: il Coronavirus sarà un brutto ricordo. Ma quando tutto sarà finito lo scossone ricevuto da questa pandemia avrà segnato profondamente, indelebilmente ognuno di noi. Non solo perché le conseguenze dal punto di vista economico saranno forse irreparabili, ma perché il virus avrà portato le società occidentali a rivedere i termini della propria esistenza. Non solo singolarmente, ma soprattutto in quanto comunità, inducendo ognuno di noi a recuperare la consapevolezza di quanto sia vulnerabile l’esistenza umana.

Non suoneranno più così retoriche, pertanto, le parole di chi da tempo va predicando che probabilmente siamo andati troppo oltre la libertà per scadere in un individualismo che ci ha reso egoisti oltremisura, che ci ha indotto ad anteporre persino la nostra salute all’ambizione fine a se stessa, che oggi tutti scopriamo così priva di senso. Che ci ha impedito di “coltivare” la comunità, i buoni rapporti personali, il dialogo disinteressato tra istituzioni e autorità, tanto da impoverire i nostri nosocomi, che oggi scopriamo così drammaticamente privi del necessario.  

Ma tutto andrà bene e potremo guardare alla vita da un’angolatura diversa, magari partendo dal coglierne l’insensatezza quando la priviamo della sua dimensione trascendente, quando siamo indifferenti alla ricchezza di una fede – quella nostra, quella cristiana – che dovrebbe orientarci innanzitutto al bene della comunità e che offre anche un senso proprio al dolore e allo spavento che il coronavirus sta causando a tutto il Paese.

Andrà tutto bene e potremo dire di aver vinto la ‘battaglia’ del Covid 19. La sfida con noi stessi, invece, quella che ci può rendere per sempre “immuni” dalle avversità, sarà vinta se da questa esperienza coglieremo semplicemente quanto sia edificante, funzionale e anche bello lavorare insieme per il bene di tutti.