IN CONSIGLIO PROVINCIALE L’OK A PIÙ PERSONALE PER IRPINIAMBIENTE

IN CONSIGLIO PROVINCIALE L’OK A PIÙ PERSONALE PER IRPINIAMBIENTE

20 Maggio 2020 0 Di La redazione

Via libera all’assunzione di lavoratori interinali presso la società provinciale dei rifiuti. In Consiglio provinciale spazio anche al ricordo del compianto assessore Franco Lo Conte e alle prime valutazioni sull’ingresso in Asidep di Palazzo Caracciolo

Il post fase uno Covid vede il ritorno in aula dei consiglieri, distanziati e con mascherina. Liquidate una serie di pratiche relative a contenziosi, i cardini della discussione in aula e fuori diventano due: Irpiniambiente e Asidep.

All’ordine del giorno la gestione del personale della società provinciale dei rifiuti e l’opzione, poi diventata realtà di far ricorso ad assunzioni interinali per risparmiare sugli straordinari pagati ai dipendenti. Seppure con sfumature diverse il provvedimento è stato varato all’unanimità accogliendo gli input arrivati dal management della società (I Direttori Masucci e Sperandeo) a gestire meglio i costi con la formula “meno straordinari, più personale” con l’opzione di contratti di lavoro flessibili per far fronte ad esigenze stagionali. Cominciato in aula è invece proseguito fuori, nel senso che non c’è stata deliberazione non essendo all’ordine del giorno,  il dibattito sul futuro dell’Asidep.

Dell’azienda di proprietà Asi (ex Cgs), operante nel settore della depurazione industriale, è stato messo in vendita il 49% per ripianare i debiti. La società è finita in liquidazione. La scadenza del bando, concordato col Tribunale, è fissata al prossimo 30 giugno. Sull’ipotesi di un ingresso della Provincia ventilata nei giorni scorsi dai sindacati, con una quota di quasi 3 milioni di euro è arrivato il nì del Presidente Biancardi. Una disponibilità c’è ma va valutata e concordata con Asi, l’obiettivo sarebbe fare di Irpiniambiente una società multiutility.

In aula c’è stato spazio, inoltre, per il doveroso ricordo del compianto consigliere e assessore arianese Franco Lo Conte, strappato prematuramente alla vita dal Covid. Il Presidente Biancardi ha inteso intitolare alla sua figura l’info-point culturale che è in via di costituzione sul tricolle nell’ambito del Sistema Fondazione Irpinia.

Ad Ariano irpino ha dedicato il suo intervento il consigliere Franco Di Cecilia presentando un ordine del giorno con cui si chiede di fare voti al Ministero dello Sviluppo Economico affinché Ariano venga dichiarata zona franca urbana, una misura tesa ad incentivare le imprese con defiscalizzazione e decontribuzione. Altra richiesta contenuta nel documento la possibilità di estendere a tutta Ariano i benefici della Zes (Zona economica speciale) già individuata in Valle Ufita e infine sconti sulla Tari. L’ordine del giorno sarà trasmesso agli enti preposti per le valutazioni.