IL VOLO ALTO DI NELLO PIZZA 

23 maggio 2018 0 Di Sandro Feola

di Sandro Feola

Volare alto. Nello Pizza, probabilmente per la prima volta da quando ha vestito i panni del candidato a sindaco, è riuscito a trovare le parole più adeguate per indicare la rotta sulla quale intende condurre il Capoluogo in caso di vittoria. Una Avellino fin qui mortificata oltre misura dalla ormai stomachevole litigiosità di una delle anime del Partito Democratico. Persino ieri, alcuni dei suoi esponenti sono stati in grado di dare prova di una sconcertante irresponsabilità e, al contempo, di non avere il benché minimo senso del ridicolo.

Nello Pizza

E allora occorre volare alto per chiudere con chi esiste politicamente solo in ragione dell’essere contro qualcuno, ma mai per aver dato prova di avere in mente un’idea di città; volare alto per assicurare agli avellinesi un’amministrazione che, a differenza di quella uscente, non debba mai più cedere ai capricci delle correnti.

Occorre volare alto, perché, in tutta franchezza, la città, almeno per ora, non ha alternative significative al centrosinistra. Il centrodestra, infatti, nonostante le qualità di Morano, non ha una classe dirigente pronta a guidare il Capoluogo. Il M5S, dopo aver prospettato l’eden, non ha mai indicato dove intenda reperire le risorse per realizzarlo. E dato l’impiego del suo candidato a sindaco, tutto lascia supporre che dette risorse saranno reperite grazie ad un aumento vertiginoso di tasse e imposte. E non è quello di cui hanno bisogno gli avellinesi.

Occorre volare alto perché, in definitiva, gli elettori, specie i più giovani, non ne possono più di una città senz’anima, avvitata su stessa, ridotta in larga parte a strisciare pur di conservare posizioni di potere.

Se forte della sua indiscussa competenza e della sua notevole autorevolezza, Pizza tirerà dritto occupandosi solo del bene della sua gente, se resterà in volo anche quando parte del consiglio comunale e delle forze politiche gli chiederanno di scendere nelle beghe delle rivendicazioni correntizie, allora, e solo allora, avrà davvero gettato le basi per edificare finalmente una Avellino diversa, una Avellino migliore. 

Una città che insieme a lui potrà davvero invertire la rotta e tornare ad elevarsi. Un volo che, però, in definitiva, dovrà servire ad affrontare e risolvere i tanti problemi di chi ci vive e a rendere Avellino un luogo nel quale poter restare.