IL TECNICO SI AFFIDA ALLA PRETATTICA E NON SCOPRE LE CARTE, DUBBIO NGAWA E IN ATTACCO SCALPITA ARDEMAGNI

IL TECNICO SI AFFIDA ALLA PRETATTICA E NON SCOPRE LE CARTE, DUBBIO NGAWA E IN ATTACCO SCALPITA ARDEMAGNI

17 Maggio 2018 0 Di Domenico Zappella

Seduta di rifinitura stamane per l’Avellino al Partenio-Lombardi con gli irpini che si sono subito messi in viaggio alla volta dell’Umbria. Da ieri tutti insieme in ritiro per vivere con la massima concentrazione quest’ultima sfida della stagione regolare, con la viva speranza che già da domani sera venga imposto il classico rompete le righe. Mister Foscarini in fase di presentazione al match non si è voluto sbilanciare sulle possibili scelte aprendo la strada a diverse ipotesi. Una sorta di pretattica quella del tecnico bianco verde che in Umbria ha portato con sé 22 elementi (in extremis convocato anche Rizzato) e diversi dubbi. A partire dalla difesa dove appare quasi certo il forfait di Ngawa. Il belga non è al top e Foscarini ha fatto intuire di volersi affidare a Laverone e Falasco sugli esterni con la riconferma della coppia Migliorini-Kresic al centro. Come detto il tecnico ha lasciato aperta la strada anche del modulo: riconferma del 4-3-3 o passaggio al 4-4-2.