IL MINISTRO LEGHISTA AD AVELLINO: AUTONOMIA PER SVILUPPO

IL MINISTRO LEGHISTA AD AVELLINO: AUTONOMIA PER SVILUPPO

7 Agosto 2019 0 Di La redazione

Prima tappa del tour in Campania in Irpinia per Alessandra Locatelli, Ministro della Famiglia , Disabilità e Politiche di contrasto alla droga. A Monteverde la visita ad uno dei borghi più accessibili d’Italia : “Vengo qui per imparare dalle migliori esperienze”. Crisi di Governo ? “Da Salvini nessuna chiamata alle armi” risponde il Ministro che replica anche a chi le contesta che l’azzeramento del bonus 80 euro di Renzi penalizzerà proprio le famiglie: “Spero di poter investire quei 10 miliardi per i più deboli”. “Contro lo spolamento servono le infrastrutture e, l’impegno del governo – aggiunge – va in quella direzione”. L’autonomia non rischia di far rimanere ancora più indietro l’Italia ? Per Locatelli “È esattamente il contrario, ogni Regione potrà contrattare le proprie deleghe”.

Un candidato governatore leghista alle regionali in Campania ? “Perché no”.

In foto il Ministro Locatelli con il deputato e leader campano del carroccio Gianluca Cantalamessa e il coordinatore provinciale Sabino Morano

In aggiornamento…

«I cittadini non devono venire a cercarci negli uffici, siamo noi a doverci mettere al servizio delle persone. Occorre osservare sui territori buoni esempi o situazioni difficili da portare all’attenzione del Governo. Sull’uso di stupefacenti ho intenzione di intervenire in maniera seria e pesante. Oggi , in Irpinia, ho visitato uno dei borghi più accessibili, un luogo così isolato, lontano da raggiungere, ma mi ha molto emozionata l’accoglienza delle persone: ho voluto raccogliere le  loro testimonianze».

Rapporto Svimez, mancanza di servizi e lavoro, l’Irpinia si spopola…

Effettivamente ci sono paesi distanti: infrastrutture e collegamenti sono necessari per trattenere le persone. E’ sicuramente una strategia. Vanno inoltre incentivati col turismo questi luoghi che ognuno può andare a visistare, anche da chi ha difficoltà.

Crisi di Governo alle porte?

Non siamo stati nè conttatti nè convocati. Stiamo governando con una parte che non è affine a noi, certo, ma abbiamo fatto tante cose e tante ce ne sono da fare se l’altra parte del Governo vorrà.

Il taglio del bonus 80 euro di Renzi non si ripercuoterà negativamente sulle famiglie ?

Se potessi scegliere quegli 80 euro li destinerei a persone più fragili, disabili, malati, un assegno unico che riordini bonus e agevolazioni – chiaro che quegli 80 euro che cubano 10 miliardi potrebbero essere utili – dal mio punto di vista  per le persone più fragili. Ci sono anche altre richieste che ho fatto. Mi auguro vengano prese in considerazione.

Mancano infrastrutture, spopolamento, con l’autonomia differenziata andrà ancora peggio?

Credo che ognuno possa contrattare sulle proprie deleghe e ogni Regione contratterà le proprie.