IIA AL COLLASSO.STIPENDI NON PAGATI E PROMESSE DISATTESE: E’ SCIOPERO!

IIA AL COLLASSO.STIPENDI NON PAGATI E PROMESSE DISATTESE: E’ SCIOPERO!

6 Settembre 2018 0 Di La redazione

Visto l’esito negativo dell’incontro avuto al Mise, dove non ci sono garanzie per le retribuzioni e tantomeno per le attività produttive e societarie, della IIA, Fim.Fiom.Uilm Failms. Fismic e Ugl e la RSA proclamano 8 ore di SCIOPERO per la giornata di domani Venerdì 7.

A partire dalle ore 8 di domani mattina ci sarà un sit.in davanti allo stabilimento e chiederemo al Prefetto di
Avellino un’incontro per le ore 17.00 in concomitanza dell’incontro previsto a Roma presso il MISE tra governo e Del Rosso.

 

IL COMUNICATO DI FIM, FIOM, UILM, FISMIC, UGLM, FAILMS – Riceviamo e pubblichiamo

Come abbiamo già detto la situazione è grave, senza risposte non è più sostenibile! Non vengono pagati gli stipendi, le commesse ci sono e siamo alla commedia dell’assurdo servono risposte chiare e decisive da parte del Governo verso IIA, nei prossimi giorni auspichiamo, verificando, cosa produrrà il Ministero con gli incontri prefissati con Del Rosso.

Il Governo mantenga le promesse fatte su Industria italiana Autobus

Le Organizzazioni sindacali, dalla manifestazione appena conclusa sotto la sede del Ministero dello Sviluppo economico a cui hanno partecipato centinaia di lavoratori provenienti da Avellino e Bologna, chiedono in modo unitario al Governo di adempiere agli impegni e alle promesse assunte negli ultimi mesi relativamente a Industria italiana Autobus.
Oggi abbiamo costretto il Governo a convocare immediatamente per giornata di domani l’amministratore delegato dell’azienda, per ottenere il pagamento degli stipendi e scongiurare il rischio di fallimento.
Tuttavia, fermo restando le iniziative territoriali in programma già per domani, se non arriveranno le risposte attese lunedì riprenderanno azioni di protesta rivolte direttamente alla Presidenza del Consiglio.
Più in generale il Governo deve passare dalle parole ai fatti, poiché è sempre più urgente la necessità di ricapitalizzare e di rafforzare la compagine societaria.