I POSSIBILI EFFETTI DELLA FLAT TAX SULLE START UP

I POSSIBILI EFFETTI DELLA FLAT TAX SULLE START UP

17 Settembre 2018 0 Di La redazione

Negli ultimi mesi si sente spesso parlare di flat tax ed è, pertanto, importante andare a capire di cosa si tratta e in che modo questa nuova tipologia di tassa potrebbe andare a incidere su quelle che sono le nuove attività e sulla voglia di fare impresa.

Sebbene al momento non è stato ancora deciso nulla in merito, parlando di flat tax si entra nel merito di quelle che dovrebbero essere le novità inserire nella Legge di Bilancio 2019, la prima di questo nuovo governo.

Entrando nel dettaglio, cosa viene previsto per le startup? Si parla nello specifico di un fisco più leggero e di una serie di agevolazioni per chi vorrà mettersi in proprio, avviando una nuova attività. L’aliquota della flat tax dovrebbe essere ridotta al 5%, proprio per perseguire l’obiettivo di cui sopra.

A questo punto, quindi, è lecito domandarsi cosa accadrà, invece, per quelle che sono le imprese già costituite. Avranno anche queste ultime le stesse agevolazioni delle startup?

La risposta è affermativa, perché anche per questa tipologia di aziende sono previste delle agevolazioni di non poco conto. Infatti per queste ultime è prevista l’estensione di quelli che sono gli attuali limiti imposti per l’accesso al tanto famoso regime forfettario che, in sintesi, dovrebbero arrivare a 100.000. Dovrebbe rimanere, inoltre, in vigore la tassazione con imposta sostitutiva del 15%.

L’obiettivo che si vuole perseguire sembra chiaro: permettere alle startup di accedere il più semplicemente possibile a un regime vantaggioso e in grado di dare una spinta all’economia del nostro paese.

Entrando nello specifico, è bene sottolineare che la proposta di legge è partita da Lega e Movimento 5 Stelle e il suo fine ultimo è quello di andare a modificare i limiti del regime forfettario previsto per le partite IVA così da dare una mano a tutti coloro i quali desiderano avviare una propria attività.

Al momento il tutto è ancora su carta e, pertanto, bisognerà attendere per capire in che modo il tutto si andrà a concretizzare.

Tuttavia, la proposta in questione ben si sposa con la voglia crescente di fare impresa che interessa soprattutto i giovani italiani. Nell’ultimo periodo, infatti, sono sempre di più i giovani, ma non solo, che cercano nuove possibilitàe nuovi aiuti per riuscire a costruire l’attività che tanto desiderano.

Si tratta di una tendenza destinata a durare nel corso degli anni ed è per questo motivo che la flat tax in questione potrebbe essere un valido aiuto proprio al fine di venire incontro alle suddette esigenze.

Cogliere il beneficio di una tassazione agevolata può risultare la svolta per coloro i quali da tempo desiderano mettersi in proprio, ed avviare una propria realtà imprenditoriale.

Se da un lato la flat tax può determinare la spinta decisiva a “fare il salto” verso la dimensione autonoma, dall’altro è bene restare con i piedi per terra, valutare bene ciò che si sta per fare, studiare e informarsi sui vari aspetti operativi e burocratici collegati all’attività che si desidera avviare. La sezione “business” di Affari miei, è un valido supporto online, dove è possibile trovare informazioni di valore relative ad idee di business e avviamento attività in modo totalmente gratuito.

Il tutto è sintomo di qualcosa che sta cambiando e che, si spera, continuerà a cambiare così da riportare l’economia italiana ai livelli pre-crisi.