I NUOVI DANNO UNA MANO: L’AVELLINO BATTE IL TERAMO 2-0

I NUOVI DANNO UNA MANO: L’AVELLINO BATTE IL TERAMO 2-0

7 Settembre 2019 0 Di Leonardo D'Avenia

Dopo la debacle con il Catania all’esordio, l’Avellino torna al Partenio-Lombardi per l’anticipo della terza giornata contro il Teramo. Ignoffo decide di schierare subito Illanes e De Marco nel suo 4-5-1 dove Albadoro è l’unico terminale offensivo. È il Teramo a farsi per primo avanti con un colpo di testa di Cianci dal cuore dell’area di rigore, ma Abibi è attento e blocca. L’Avellino risponde con un magistrale calcio di punizione di Di Paolantonio, ma il portiere del Teramo strozza l’urlo del gol in gola ai tifosi biancoverdi. Replica esatta qualche minuto più tardi, bolide del numero 7 dei lupi e straordinaria parata di Tomei che toglie il pallone dall’incrocio. Il Teramo è vivo e risponde con un incursione di Bombagi che serve Cianci in area ma il tiro ravvicinato è parato in due tempi da Abibi. Il gol è nell’aria, infatti arriva al 29′ e lo segna l’Avellino: cross dalla sinistra con Micovschi che è lesto ad insaccare di piatto. La gara si infiamma ed un minuto dopo il Teramo rimane in 10 uomini: si accende una rissa con il signor Bitonti che estrae il rosso diretto a Cianci, reo di aver tirato un colpo al volto ad Illanes. Finisce così un primo tempo già denso di occasioni ed emozioni. Nella ripresa dopo gli applausi per l’ex Lasik entrato in campo al posto di Santoro, il Teramo parte forte e va vicinissimo al pari con un potente tiro di Martignago che sorvola di poco la traversa. È ancora il Teramo a farsi vivo in un secondo tempo guardingo per l’Avellino. Questa volta è Bombagi a provarci da calcio piazzato con il tiro che si spegne sul fondo. I lupi si svegliano poco prima della mezz’ora. Bella azione degli uomini con Albadoro che a centrocampo libera con un colpo di tacco Di Paolantonio che si invola verso l’area, serve Rossetti che carica il tiro che finisce alto. Poco dopo miracoloso salvataggio di Zullo che ribatte un tiro a botta sicura di Martignago ad Abibi spacciato. Nel miglior momento del Teramo è l’Avellino ad affondare il colpo. È il neo entrato Karic che all’esordio timbra subito il cartellino con un prezioso tiro a giro di destro che si insacca alle spalle di Tomei. 2-0 e Partenio-Lombardi in festa con il risultato che non cambia fino alla fine.