GIUSEPPE DE MITA REVOCATO DALL’INCARICO DI VICEPRESIDENTE NAZIONALE UDC

13 ottobre 2017 0 Di La redazione

Alla luce delle divergenze emerse tra la linea del partito e la posizione assunta dall’onorevole Giuseppe De Mita in Consiglio nazionale, sabato scorso, il segretario nazionale Udc Lorenzo Cesa, in una lettera inviatagli oggi, comunica di averlo revocato dal ruolo di vicesegretario nazionale, dopo averlo invitato a prendere atto dell’incompatibilità dell’incarico con la sua posizione espressa. “Il nostro obiettivo è rafforzare l’area del Ppe nelle sue più rappresentative componenti”, dunque alternativi al Pse e al centrosinistra. “Si tratta di una linea che, pur essendo rispettosa delle autonomie locali, delinea la prospettiva del partito centrista sul piano nazionale”, chiarisce Cesa nella missiva. “Le vicesegreterie hanno, per loro natura, un rapporto fiduciario con il segretario politico nazionale e con la linea politica espressa dal Partito – conclude Cesa -. E, pertanto, con rammarico, revoco il tuo mandato di vicesegretario nazionale che mi pare, in questa fase, non compatibile con i tuoi e i miei orientamenti”. Il partito in Campania potrebbe essere commissariato. I rappresentanti irpini, sempre più ex dello scudocraicoato, da tempo avevano virato, formulando sia in Regione che a livello territoriale accordi di centrosinistra sempre, tuttavia, con una posizione di aspra critica al Pd. A Benevento, invece, l’Udc ha confermato sostegno a Mastella in un’amministrazione allargata anche a Forza Italia.

La replica di De Mita: “Io ero vicesegretario non per concessione, ma come espressione di quell’area che aveva consentito a Cesa di vincere il congresso. Ora l’unico provvedimento che mi aspetto da Cesa e’ la convocazione del Congresso se si vuole garantire quel minimo accettabile di qualita’ della riflessione e di democrazia interna”. Lo ha dichiarato questo pomeriggio a margine della riunione della direzione regionale dell’Udc della Campania.

 

Il