I GIOVANI VANNO VIA MA IL MINISTRO DA’ SPERANZE: SUD, GLI IMPEGNI DI DE VINCENTI (L’INTERVISTA)

10 novembre 2017 0 Di Vincenzo Di Micco

Lo spopolamento progressivo, l’emigrazione dei giovani forzata dalla carenza di lavoro e servizi a cominciare dall’assenza di una banda Internet ultralarga: con garbo e altrettanta fermezza gli studenti dell’Istituto comprensivo “De Sanctis”, con in testa il Dirigente Cipriano, sottopongono la nuova questione meridionale delle aree interne al Ministro per il Sud e la Coesione. Ad attendere Claudio De Vincenti ci sono numerosi sindaci e amministratori, autorità militari, il Vescovo Cascio, i deputati Famiglietti e Paris, il sottosegretario alle Infrastrutture De Caro, il presidente del Centro Studi Dorso Fiorentino, la presidente del Consiglio regionale D’Amelio e, naturalmente, il sindaco di Sant’Angelo dei Lombardi Repole nelle vesti di onorato padrone di casa. L’attesa è più lunga del previsto, il cerimoniale proseguirà con una visita programmata allo stabilimento Ferrero, De Vincenti non si sottrae però alle domande. Gli impegni del Governo su occupazione, sostegno ad Industria Italiana Autobs, istituzione della Zona Economica Speciale in Valle Ufita, la Strategia del progetto Pilota per le Aree interne e gli investimenti per l’emergenza idrica sono stati oggetto di domande poste dalla stampa al Ministro (potrete ascoltare le risposte nella video intervista a seguire). Potrebbe essere De Vincenti un candidato irpino del Mezzogiorno alle prossime politiche? “Le candidature le fanno i partiti e non le persone” è stata una delle sue risposte alle molte domande volte a comprendere gli impegni per un Sud che si spopola.