GIOCO ONLINE, COME FUNZIONA LA NUOVA CERTIFICAZIONE

GIOCO ONLINE, COME FUNZIONA LA NUOVA CERTIFICAZIONE

25 Aprile 2019 0 Di La redazione

Controlli e verifica dei requisiti. Ecco la risposta del gioco legale al rischio di ritorno del sommerso.

Le sale slot e i casinò online diventano come i prodotti da supermercato. Arriva un bollino, per garantirne l’integrità, la qualità e il rispetto delle normative europee. Questa l’idea che sta alla base della nuova certificazione, ideata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, che serve a differenziare il gioco legale da quello illegale nella selva dell’online.

Una nuova misura resa necessaria dalle strette normative post Decreto Dignità e di cui già sono state pubblicate in versione 2.0 le Linee Guida. Il nuovo bollino sarà applicato a tutte le piattaforme da gioco che, superati tutti i test richiesti, possono essere definite affidabili e sicure. Così ha spiegato Mauro Gulino, responsabile della Divisione informatica e telematica dell’Istituto Giordano, ente di certificazione, ricerca e formazione fondato nel 1959, che ha provato anche a fare chiarezza sull’iter per l’ottenimento della stessa. Gli operatori devono rispettare i requisiti fondamentali inseriti nel documento “Linee guida per la certificazione della piattaforma di gioco”, che spiegano le caratteristiche necessariamente richieste alle piattaforme e le garanzie fondamentali per ogni giocatore. Attraverso questa certificazione il gioco legale è tutelato e protetto da organizzazioni criminali, creando un ambiente controllato, etico e sanzionato.

E arginare così il gioco illegale, che produce un doppio effetto negativo: sul pubblico e sul privato. Proviamo a spiegare meglio. Gli effetti sul pubblico sono quelli legati all’evasione fiscale in grosse proporzioni che le piattaforme illegali generano, non versando all’Erario statale i contributi, non pagando le tasse, dichiarando in maniera falsa i loro redditi. Gli effetti sul privato sono invece quelli che vanno a minare la salute individuale del giocatore. La normativa italiana, ad esempio, ha reso obbligatorio per tutte le piattaforme la limitazione dell’accesso e delle spese, uno strumento introdotto da tempo dal casinò online di Gioco Digitale, oppure l’accesso tramite codice fiscale, che mira a distruggere il gioco minorile.

Tornando all’iter burocratico della certificazione, i passaggi sono semplici: prima si verifica l’operatività del sito (accesso al conto, velocità dei giochi, imputazione delle vincite, autolimitazioni, memorizzazione del giocatore). Si verifica inoltre la riservatezza della piattaforma, il rispetto della normativa sulla privacy, l’aggiornamento di software e hardware di sicurezza. Si verificano poi elementi prettamente informatici come dominio, server, canali di comunicazione e trasmissione del denaro. Tutte le piattaforme di gioco online si interfacciano, infatti, attraverso pagine web, accessibili tramite un browser, e quindi facente parte del protocollo HTTPS, che si avvale della criptografia per garantire la sicurezza dalle intercettazioni. Le stesse procedure di verifica riguardano i metodi di pagamento: da quelli classi come PayPal o carte di credito e debito, fino ai bonifici bancari, alle prepagate, al banco posta. Tutti metodi che devono essere verificati e certificati da Ody.

Una volta finito il controllo finalmente si ottiene la certificazione. Un bollino di qualità, un attestato di sicurezza, eticità e rispetto per il giocatore. Che può muoversi, senza rischio, nella selva del gioco online.