FU RINVENUTO IN OVERDOSE IN CASA A RIONE MAZZINI: IL 27ENNE NON CE L’HA FATTA

FU RINVENUTO IN OVERDOSE IN CASA A RIONE MAZZINI: IL 27ENNE NON CE L’HA FATTA

7 Settembre 2018 0 Di La redazione

Fu rinvenuto accasciato nel bagno di un appartamento di Rione Mazzini con ancora la siringa al braccio.Da quattro giorni era in coma al “Moscati” di Avellino.Il 27enne purtroppo oggi non ce l’ha fatta.La famiglia donerà i suoi organi.

E’ morto il 27enne, originario della provincia di Salerno, colpito da un arresto cardiocircolatorio .L’improvviso malore provocato molto probabilmente da un’overdose di droga nella notte di lunedì.

Al fianco del giovane fu  rinvenuta una siringa utilizzata.Trasportato d’urgenza in ambulanza, il 27enne era ricoverato presso il reparto di cardioanestesia del “Moscati”.

Le condizioni del giovane sono sempre rimaste molto gravi. Dopo quattro giorni di lotta tra la vita e la morte, oggi il cuore del ragazzo non ha retto. Il giovane che lavorava come cameriere presso un ristorante di Avellino, residente nel salernitano, in città aveva trovato anche casa insieme ad altri amici.

La famiglia ha deciso di donare gli organi. La Polizia, intervenuta per prima sulla scena dopo la chiamata dell’amico, indaga per omicidio colposo per cercare di arrivare ai pusher che hanno venduto la dose letale.