FINITO L’INCONTRO FIGC-GOVERNO. LE ULTIME SUL FUTURO DEL CALCIO ITALIANO

FINITO L’INCONTRO FIGC-GOVERNO. LE ULTIME SUL FUTURO DEL CALCIO ITALIANO

28 Maggio 2020 0 Di Pellegrino Marciano

Un summit durato pochi minuti dalle 18.40 alle 19.25 cominciato quando già il Cts aveva dato l’ok al protocollo per la ripresa con un compromesso: se dovesse esserci un caso di positività tutta la squadra verrebbe messa in quarantena. La riunione tra i vertici del calcio nazionale con il ministro Spadafora in ufficio, in call conference erano presenti Gravina (Figc), Balata (Serie B) e Ghirelli (Serie C), oltre a Tommasi (Aic), Nicchi (Aia), Dal Pino (Serie A), Sibilia (Serie D) e Ulivieri (Allenatori).

il calcio italiano riparte. Attesa per i dettagli.

Il ministro Spadafora riferirà il tutto a breve al presidente del Consiglio Giuseppe Conte per la decisione finale.

UFFICIALE: Il 13 giugno la coppa Italia, il 20 giugno riparte la Serie A e la Serie B

Queste le dichiarazioni del ministro dello Sport Vincenzo Spadafora: “Ho chiesto alle Figc se avesse preso atto del fatto che se si ripresentasse l’emergenza bisognerebbe risospendere il torneo. La Figc mi ha assicurato che c’è un piano b, playoff-playout e un piano c, la cristallizzazione delle classifiche. Il campionato riprende il 20 giugno. Mi sono confrontato col premier Conte. Mi auguro che si possa dare un segnale positivo a tutto il paese, utilizzando la settimana dal 13 al 20 per completare la coppa Italia”.

‘La Serie BKT potrà ripartire il 20 giugno in linea con quanto avevamo deliberato e di questo ringraziamo il ministro Spadafora per il grande lavoro svolto. Abbiamo sempre apprezzato l’attività portata avanti dal Governo in queste settimane, impegnato per la ripartenza del calcio e noi abbiamo contribuito perché ciò avvenisse. Un ringraziamento va anche alla Federazione e alla volontà espressa da sempre dal presidente Gravina’. Sono le parole del presidente della Lega B Mauro Balata dopo l’incontro di oggi.