DOPO FATIMA UN MAROCCHINO RESIDENTE AD AVELLINO ARRUOLATO DALL’ISIS ?

21 settembre 2016 0 Di La redazione

Da processi in corso a Milano emergono presunti coinvolgimenti di irpini nelle milizie Daesh. In particolare, un potenziale foreign fighter marocchino sarebbe partito da Avellino per la Siria negli ultimi mesi del 2014 e avrebbe contattato un’utenza turca riconducibile a tre cosiddetti ‘facilitatori’ dell’Isis che nell’autunno dello stesso anno aiutarono anche Maria Giulia ‘Fatima’ Sergio (residente a Domicella) a raggiungere il Paese mediorientale per combattere con le milizie del sedicente Stato islamico. Il particolare inedito e’ emerso nel corso della testimonianza del dirigente della Digos di Milano, Cristina Villa, nel processo milanese a carico della prima foreign fighter italiana e di altre persone per terrorismo internazionale in corso nell’aula bunker davanti al carcere di San Vittore. Tra le molte utenze di vari Paesi, dalla Spagna al Belgio (22 in totale), che hanno contattato l’utenza turca usata anche da un “coordinatore” dell’Isis, “e’ emerso un contatto di un’utenza italiana – ha chiarito Villa – di un soggetto partito dal centro sud Italia per la Turchia e poi arrivato in Siria”. Sul marocchino partito da Avellino gli inquirenti stanno indagando.