COVID. IN CAMPANIA DATI PREOCCUPANTI, DE LUCA AVVERTE: «RESPONSABILITÀ O A BREVE CHIUSURE»

COVID. IN CAMPANIA DATI PREOCCUPANTI, DE LUCA AVVERTE: «RESPONSABILITÀ O A BREVE CHIUSURE»

25 Settembre 2020 0 Di La redazione

«Dal punto di vista del numero dei contagiati siamo in una situazione più pesante rispetto a marzo, con l’aggravante dell’apertura delle scuole. Vi prego di riflettere e ritrovare immediatamente consapevolezza e responsabilità necessaria per affrontare questa fase. O decidiamo di convivere con il Covid fino all’arrivo del vaccino – tra dieci mesi se tutto va bene – oppure l’alternativa, inevitabile, tra una o due settimane, sarà la progressiva chiusura delle attività economiche, dei locali e quant’altro. Non ci sono terze vie.  Se nei prossimi giorni la curva del contagio non scende o si stabilizza, noi chiuderemo tutto. Perchè se l’alternativa è tra i morti e le passeggiate per strada, non abbiamo dubbi sulla scelta che faremo».  Così il Governatore della Campania Vincenzo De Luca nel corso della diretta social del venerdì.

Il picco dei contagi per gli epidemiologi dell’unità di crisi regionale è atteso tra fine ottobre e inizio novembre: “Entro il 21 ottobre – dice De Luca – è previsto un incremento di 5.000 contagi”. Da qui gli appelli a prevenire l’onda di ritorno e l’affollamento negli ospedali. Resta l’obbligo della mascherina all’aperto in Campania. Dal 1° ottobre al via anche un impegno straordinario per la campagna di vaccinanzione influenzale per non sovrapporre il tema al Covid.

Contenere l’esplosione del contagio nell’ondata di ritorno è l’obiettivo.