DPCM NATALE. MISURE E RESTRIZIONI, IN ATTESA DELLA UFFICIALITÀ

DPCM NATALE. MISURE E RESTRIZIONI, IN ATTESA DELLA UFFICIALITÀ

18 Dicembre 2020 0 Di La redazione

Nell’Italia alle prese col Covid le anticipazioni dei provvedimenti generano anche anticipazioni delle restrizioni. In attesa che il tutto diventi ufficiale ecco quello che si profila

Dal 24 dicembre al 6 gennaio l’Italia sarà zona rossa nei giorni festivi e prefestivi e zona arancione nei giorni lavorativi. Questa la decisione che il Governo si appresta a comunicare ufficialmente e che è stata anticipata alle Regioni. Nel periodo delle festività si potrà uscire dal territorio dei piccoli Comuni sotto i 5mila abitanti, entro un raggio di 30 chilometri. Ma in Campania la norma sarà annullata da un’ordinanza restrittiva di De Luca.

Non ci si potrà muovere per andare nei Comuni capoluogo, inoltre, anche se si trovano entro un raggio di 30 km.

C’è poi la cosiddetta deroga dei congiunti a tavola: nell’ambito della zona rossa e arancione – quindi fermo restando il divieto di spostamento tra le Regioni – sarà consentito, sia nelle giornate “rosse” che in quelle “arancioni” a massimo due non conviventi di effettuare visite nelle abitazioni private. Dalla deroga non sono conteggiati gli under 14, i cui spostamenti saranno quindi consentiti. Confermato il coprifuoco dalle 5 alle 22.

La Campania intanto da domenica torna zona gialla. Non sarà rinnovata, infatti, l’ordinanza del ministro Speranza che l’aveva classificata arancione. A partire da giovedì 24, comunque, entreranno in vigore le nuove restrizioni nazionali.