DONNA RINVENUTA CADAVERE SUL GRETO DEL FIUME,  È GIALLO

DONNA RINVENUTA CADAVERE SUL GRETO DEL FIUME, È GIALLO

7 Marzo 2019 0 Di La redazione

Un cadavere in avanzato stato di decomposizione è stato rinvenuto sul greto del fiume Ufita, in località San Lorenzo al confine tra i comuni di Melito, Apice ed Ariano.

A lanciare l’allarme è stata una contadina che ha notato il corpo intorno alle 16.30.

Per gli investigatori immediatamente giunti sul posto è risultata operazione complessa risalire alla identità: s’ipotizza possa trattarsi con ogni probabilità di una donna, in apparenza sulla quarantina ;

l’incrocio delle denunce di scomparsa condurrebbe ad una donna che da circa un mese ha fatto perdere ogni traccia di sé residente nel comune di Grottaminarda. Ma è soltanto una prima sommaria ipotesi.

Il corpo, infatti, presenta mutilazioni agli arti superiori e inferiori. Forse animali potrebbero essersi cibati del cadavere.

Sul posto carabinieri di Ariano, Grottaminarda, Benevento, Vigli del Fuoco e sanitari. Avvisata immediatamente la Procura che ha disposto l’esame esterno della salma, seguirà autopsia presso l’ospedale Rummo di Benevento.

Si prevedono tempi lunghi e lo straziante rito del riconoscimento che coinvolgerà i familiari di persone scomparse nel raggio di diversi chilometri: il cadavere potrebbe essere stato trascinato per un lungo tragitto dalla corrente.

Fino all’accertamento della identità, ogni oltre ragionevole dubbio, resterà il giallo.