DOMENICA SENZA VACCINAZIONI, IN IRPINIA SI RIPARTE DOMANI TRA LE INCOGNITE

DOMENICA SENZA VACCINAZIONI, IN IRPINIA SI RIPARTE DOMANI TRA LE INCOGNITE

11 Aprile 2021 0 Di La redazione

Domenica di stop alle somministrazioni dei vaccini in Irpinia. Nonostante il Governo prometta e chieda accelerazioni per arrivare al mezzo milione di somministrazioni giornaliere – mentre restano accessi focolai in diversi angoli della provincia – il freno a mano è tirato per carenza di dosi. Lo stop non si verifica in altre Asl in Campania, seppure i vaccini scarseggino anche altrove, la sospensione sarà limitata ad una sola giornata dopo le polemiche delle ultime 24 ore e le pressioni su Palazzo Santa Lucia. Le consegne straordinarie di vaccini provenienti dall’unità di crisi, insieme a quelle ordinarie attese per metà settimana, dovrebbero favorire, a partire da domani, una migliore organizzazione. Resta lo strano fenomeno dei sistemi informatici che inviano messaggi con codici fiscali errati ai prenotati, si spera anch’esso rientri con una messa a punto in queste ore di pausa operativa.

La settimana che l’Irpinia si è lasciata alle spalle ha fatto registrare parziali incrementi di inoculazioni anche grazie al contributo fornito dai medici di base, è aumentato anche il numero delle rinunce per Astrazeneca, resta la diversa velocità ed efficacia organizzativa dei centri vaccinali.

All’orizzonte c’è un’altra grana pronta ad esplodere senza inversioni di tendenza: è il caso dei volontari che operano presso i centri ma che non sono stati ancora vaccinati. Molti di loro stanno rinunciando ad occuparsi di gestione amministrativa limitandosi all’assistenza sanitaria. Da Anpas, Croce Rossa e Misericordia, il rinnovato invito alla immunizzazione di chi è a contatto con l’utenza ora dopo ora. Anche questo è un problema di cui, in Campania, si ha notizia solo per la provincia di Avellino.