DI TACCHIO SALVA LA NAVE: L’AVELLINO NON AFFONDA E FA 2-2 COL PESCARA

18 marzo 2018 0 Di Pellegrino Marciano

L’Avellino si salva nei minuti finali contro il Pescara. Finisce 2-2 con gli irpini che vanno sotto due volte.
Nessuna sorpresa di formazione. Novellino schiera Ngawa e Gavazzi in dubbio alla vigilia.
Avvio negativo per l’Avellino che perde Bidaoui dopo solo 4′ a causa di un infortunio alla spalla destra. Al suo posto Cabezas. Al minuto 8 affondo del Pescara con Crescenzi che mette nel mezzo: ottimo stacco di Mancuso che colpisce il palo. Al 13′ pasticcio di Kresic e Lezzerini che esce a rimediare fino alla mediana ma Brugman da centrocampo realizza un gol pazzesco e fa 1-0 a porta vuota. Reazione dell’Avellino al 20′ con Kresic che di testa va a botta sicura ma Fiorillo è superlativo. Al 34′ ci prova Balzano da fuori con un bolide di destro. Lezzerini compie un’ottima parata. Velenoso al 42′ un tiro al volo di Di Tacchio deviato ma che Fiorillo neutralizza d’istinto col piede. Nella ripresa dentro Castaldo al posto di Migliorini. Al 4′ Pescara pericoloso con Valzania che si divora il 2-0 da ottima posizione. Ci prova al 9′ Ardemagni ma la sua botta è centrale. Il pareggio arriva al 13′ con un calcio di rigore realizzato da Castaldo per un fallo di mano dell’ex Perrotta su tiro di Rizzato. Ma è il Pescara a spingere ancora per cercare il gol che arriva al 28′. Valzania fa breccia nella difesa irpina e serve Mancuso che facile facile da due passi mette dentro. Al 41′ la pareggia l’Avellino con un destro potente e preciso di Di Tacchio che sigla il 2-2 all’angolino. Si salva l’Avellino che recrimina per un rigore netto su Castaldo non dato, che conquista un punto. Non quello che serviva ma meglio che perdere.