DERAGLIA TRENO NAPOLI – BENEVENTO, NESSUN FERITO (VIDEO)

DERAGLIA TRENO NAPOLI – BENEVENTO, NESSUN FERITO (VIDEO)

21 Febbraio 2020 0 Di La redazione

Un treno locale della tratta Napoli-Benevento è deragliato poco prima delle 14.30 tra S.Maria Maria a Vico ed Arpaia, nel beneventano. Secondo l’EAV (Ente Autonomo Volturno) che gestisce la Ferrovia, non vi sono né feriti né danni a passeggeri. 

Il treno era partito da Napoli alle 13.34 , giunto tra S. Maria a Vico e Arpaia, una tratta dove la velocità dei convoglio rallenta a 20 km/h, il penultimo carrello del treno, un “Alfa 2”, della nuova serie, è sviato. I passeggeri – informa l’ EAV saranno trasbordati sul treno successivo, il 3410 nella stazione di S. Maria a Vico e qui proseguiranno sugli autobus. La circolazione ferroviaria è temporaneamente interrotta tra le stazioni di Arpaia e S. Maria a Vico, della linea Napoli-Benevento, via Valle Caudina. Sul luogo dell’ incidente sono al lavoro tecnici EAV per le verifiche.

 

“Come volevasi dimostrare: oggi l’ennesimo deragliamento sulla linea Benevento-Napoli via Valle Caudina. Il fatto è che la ferrovia Valle Caudina, malgrado gli interventi fin qui attuati, non è affatto sicura. L’armamento è datato. Il percorso tortuoso. I passaggi a livello sono incustoditi. Il treno prima di superarli deve accertarsi che non ci sono mezzi o persone in transito. La ferrovia non risponde agli attuali standard né di velocità, né di sicurezza”. É quanto sostiene l’ex parlamentare sannita, Giovanni Zarro, commentando il deragliamento.

“Da molto tempo il Sannio, Benevento in particolare, insieme con il Comitato dei pendolari e con il Comitato dei disagiati della Valle Caudina – dice Zarro – spinge perché la tratta ferroviaria Benevento Napoli, Via Cancello, sia trasferita a Rete ferroviaria italiana. Il trasferimento è utile. Per la Regione Campania perché si libera di una tratta ferroviaria, forse di un ramo di azienda, che non rappresenta il core business della sua partecipata Eav. Per Rfi, perché funzionale alla Stazione Alta Velocità di Afragola. La Valle Caudina potrebbe rendere più competitiva quella stazione, assicurando un di più di utenza”.

“Ora è la Regione che deve decidere. Il presidente de Luca intende mantenere la parola data ai sanniti, in occasione della festa dell’unità, di due anni fa, celebrata a Telese?” conclude Zarro