DEMITIANI IN ASSEMBLEA: BORDATE A PETRACCA E AVVISO AL PD CAMPANO

DEMITIANI IN ASSEMBLEA: BORDATE A PETRACCA E AVVISO AL PD CAMPANO

17 Giugno 2019 0 Di La redazione

L’analisi del voto degli amministratori popolari: «Democrazia a rischio in Europa; suicidio del Pd in Italia e ad Avellino».

Dopo lo strappo di Petracca è resa dei conti, il consigliere regionale finisce nel mirino di Ciriaco De Mita: «L’accoppiata con Cipriano è un prodotto scaduto. Lo consideravo un fratello minore. E’ un uomo di affari che fa politica per affari».

In vista delle regionali chiaro il messaggio del leader e sindaco di Nusco che, al nipote Giuseppe ed al segretario provinciale Del Giudice, sottolinea: «In Campania il discorso di dialettica col Pd va portato avanti , guai a rimanere indietro su questo terreno in vista delle regionali, sempre proponendo mai giudicando». Il messaggio sembra indirizzato non solo al segretario regionale Annunziata ma anche al Governatore De Luca.

Giuseppe De Mita aggiunge: «Occorre ripartire senza infingimenti, dopo aver scelto consapevolmente di non voler partecipare al caos delle amministrative di Avellino. Quel risultato ha evidenziato chi ha fatto e chi ha subito, non siamo qui per fare conte ma riflessioni».

Presenti in sala, tra gli altri, il neo eletto sindaco di Mirabella Ruggiero, il sindaco di Torella Delli Gatti, il sindaco di Atripalda Spagnuolo, il sindaco di Montefalcione Belli, il Presidente Asi Avellino Sirignano, la consigliera provinciale di parità De Angelis, diversi consiglieri comunali, curiosi, e fedelissimi (Pericolo, Cardillo, Casciano, Rosato e tanti altri).

Ecco alcuni passaggi degli interventi di Ciriaco De Mita (che paragona Petracca a Foglia) e di Giuseppe De Mita che a proposito della dichiarata volontà del consigliere regionale di non iscriversi al Pd commenta…«Ormai non credo più a ciò che ascolto».