DE LUCA, RENZI ED IL PESO IN SEGRETERIA: D’AMELIO A TUTTO CAMPO

DE LUCA, RENZI ED IL PESO IN SEGRETERIA: D’AMELIO A TUTTO CAMPO

24 Settembre 2019 0 Di La redazione

Intervista alla Presidente del Consiglio regionale a margine del confronto in via Tagliamento tra il Commissario Cennamo ed i segretari dem dei circoli avellinesi.

Sul “caso” De Luca la Presidente del Consiglio regionale ribadisce: «Ha ben governato, ha diritto a ricandidarsi, se non c’è accordo con i 5 Stelle ognuno per la sua strada, non sarà la fine del mondo». Sull’addio di Renzi: «Non sono tra coloro che dicono sia stato un bene». L’Irpinia in Segretaria regionale? «Ecco perchè ho fatto un passo indietro…»

È auspicabile l’accordo con i 5 stelle a livello nazionale e come avvenuto in Umbria – dichiara Rosetta D’Amelio – Lo auspico, ma partendo da una certezza: Il Pd in Umbria aveva scelto di non candidare un presidente uscente, in Campania abbiamo un presidente che ha governato per cinque anni e che per quanto mi riguarda ha governato bene, perché ha ereditato una situazione molto complicata – penso alla sanità, ai debiti ed  al sociale cancellato – quindi De Luca ha tutto il diritto di essere ricandidato e che siano i cittadini a pronunciarsi. Se ha governato bene i cittadini lo premieranno, altrimenti no. Ma io sono sicura che oltre al Pd ci saranno tante liste che lo sosterranno nel Centrosinistra, da Leu ai Socialisti, fino alle liste civiche. Dobbiamo lavorare per vedere se è possibile fare sintesi con i 5 stelle. Se non è possibile non è la fine del mondo, ognuno può andare per i fatti suoi».

L’Irpinia in Segreteria regionale è scarsamente rappresentata ?
La Segreteria la sceglie il Segretario in autonomia. Io posso dire semplicemente che due presidenti di commissioni sono rimasti in Segreteria come membri di diritto. Io ho fatto un passo indietro ritenendo più utile ci fosse un sindaco (Farina di Teora, ndr) di un piccolo comune della nostra provincia nell’organismo.

Congresso Pd, arriverà dopo il tesseramento del partito di Renzi?

Di questo dovrà occuparsene il Commissario, in accordo con Segreteria regionale e nazionale. Sono molto dispiaciuta per la scelta di Renzi. Non l’ho condivisa . Ma non sono una che dice è un bene che se ne sia andato. È un peccato perché il Pd deve rafforzarsi. Vediamo cosa farà il Commissario. Sono a disposizione del partito , come sempre .