DE LUCA IN VISITA ALL’EX IRISBUS: «QUI UN MIRACOLO. RINNOVO COSTANTE DEL PARCO MEZZI CAMPANO PER LAVORO E SICUREZZA»

DE LUCA IN VISITA ALL’EX IRISBUS: «QUI UN MIRACOLO. RINNOVO COSTANTE DEL PARCO MEZZI CAMPANO PER LAVORO E SICUREZZA»

3 Settembre 2020 0 Di La redazione

Questo pomeriggio il Governatore della Campania, Vincenzo De Luca, a sorpresa, è stato in visita alla Industria Italia Autobus di Flumeri. L’invito ad una passeggiata tra le linee di montaggio era delle scorse settimane, ad accompagnare il presidente della giunta regionale i vertici aziendali a cominciare dall’Amministratore Delegato, Giovanni De Filippis. De Luca ha tenuto un breve discorso alla presenza di una rappresentanza degli operai, soprattutto di quelli che nel tempo, con le loro battaglie in pressing sulle istituzioni hanno scongiurato la chiusura della fabbrica.

«Vedere una fabbrica è sempre una emozione. Solo qualche anno fa qui c’era il deserto. Abbiamo rischiato di perdere una grandissima opportunità per noi, la Campania e l’Italia – ha detto il Presidente De Luca, aggiungendo  – l’Italia è stato un Paese così squinternato da perdere la produzione in favore di altri paesi. Con la Bredamenarinibus avremo la possibilità di riprendere in mano il mercato italiano, è stata una follia doversi servire dalla Turchia. Qui veramente abbiamo fatto un miracolo. Abbiamo creduto nella possibilità di riprendere l’azienda. Abbiamo accompagnato il processo di rilancio con la firma di un accordo di programma quadro. Non avremmo avuto l’intervento di Invitialia e completato il quadro dell’assetto aziendale senza quell’accordo. Come elemento di serenità per il futuro, sappiate – ha concluso De Luca – che siamo impegnati a fare della Campania la regione italiana con il parco mezzi più moderno. Noi avevamo pullman imbarazzanti. Abbiamo acquistato in questi anni 1000 autobus nuovi e 120 treni. Avete commesse della Regione Campania, da Roma, c’è una commessa importante di Acamir per le aziende di trasporto, ma sappiate che il nostro programma è avere non solo la manutenzione dei mezzi pubblici ma anche il rinnovo programmato del parco mezzi per dare continuità».