DE LUCA: EPIDEMIA DIETRO L’ANGOLO,NO DELITTO EVITARE FOCOLAI MILANO.CAPISCO I GRECI

DE LUCA: EPIDEMIA DIETRO L’ANGOLO,NO DELITTO EVITARE FOCOLAI MILANO.CAPISCO I GRECI

30 Maggio 2020 0 Di La redazione

“Vorremmo salvaguardare la nostra comunità. Non credo che sia un delitto ragionare su come evitare eventuali focolai di contagio”. Così il presidente della Campania, Vincenzo De Luca, ad ‘Aspettando le parole’ su Rai3.

Le parole del sindaco di Milano, Beppe Sala? “E’ stato un momento di confusione. Sala è persona stimata e amica.

Gli suggerirei di non fare questi anatemi”, ha aggiunto. “Quelli che non possono distrarsi neanche per un attimo sono quelli che hanno responsabilità di governo.

Chi governa deve sapere che l’epidemia è dietro l’angolo, non alle nostre spalle”, ha sottolineato.

Possono i lombardi venire a Positano il 4 giugno? “Credo proprio di sì”.

“Siamo arrivati a questo 3 giugno tanto per cambiare nel modo peggiore, in un clima di incertezza, di confusione – ha aggiunto – Io proporrei da oggi in poi di togliere il nome delle regioni: non parliamo più di Lombardia, di Piemonte, parliamo di territori nazionali. Io mi sarei aspettato dal governo nazionale l’assunzione di un criterio oggettivo e semplice. Nei territori del nostro Paese nei quali per un mese di fila si registrano più di 200 casi di contagio al giorno è ragionevole che sia una limitazione della mobilità. Che questo territorio si chiami Campania o si chiami Lombardia o si chiami Emilia non conta nulla”.

“Li capisco i greci, sono gli italiani che devono capire, fino in fondo, che se l’Italia non darà l’immagine di sicurezza, sarà difficile riprendersi da questa situazione. Il tema della sicurezza sanitaria non è un optional. Mi auguro che sempre più l’Italia si possa presentare con questa immagine”. Così De Luca, commentando la decisione della Grecia di chiedere i propri confini agli Italiani.