DE LUCA AL PD: “ABBIAMO PERDUTO NON SOLO VOTI MA RISPETTO DELLA GENTE”

DE LUCA AL PD: “ABBIAMO PERDUTO NON SOLO VOTI MA RISPETTO DELLA GENTE”

11 Luglio 2020 0 Di La redazione

La Conferenza programmatica del Pd di Napoli è l’occasione per fare il punto anche in vista delle prossime regionali. Con il Governatore De Luca a chiudere l’incontro ci sono il Ministro dell’Università Manfredi e quello per il Sud Provenzano. Fuori dall’Ippodromo di Agnano una delegazione in protesta di disoccupati del settore formazione, supportati dal sindacato Usb, tenuti a distanza dalle forze dell’ordine. A margine dei lavori vengono, invece, ricevuti i sindacati della triplice per affrontare la vertenza Whirlpool. “Non c’è altra soluzione al rilancio aziendale” hanno ribadito i rappresentanti regionali di categoria annunciando nuove mobilitazioni che coinvolgeranno anche l’indotto e chiedendo al Ministro per il Sud di sedere ai prossimi tavoli al Ministero dello Sviluppo Economico.

Sul fronte politico è stato critico l’intervento di De Luca con il Pd che lo ha incoronato ricandidato alla guida della Campania, in particolare per il Pd partenopeo il governatore ha detto: “A Napoli dobbiamo recuperare più del consenso politico, abbiamo perduto il rispetto della gente, che è più grave, perché quando ti presenti per anni come non capace di proporre una iniziativa politica, ma come partito tribale, non puoi essere apprezzato dalla gente. Rompiamo il correntismo, diamo coraggio alle persone libere” – ha dichiarato De Luca.

Nutrita la delegazione irpina all’appuntamento: oltre al Commissario Aldo Cennamo, il segretario dei giovani dem Lorenzo Preziosi, il componente della Direzione nazionale Pd Franco Vittoria , l’ex Presidente provinciale dem Roberta Santaniello, l’ex deputato Famiglietti.

A Napoli, non per la conferenza, anche il delegato regionale alle aree interne Francesco Todisco per la messa a punto di iniziative di concerto il Ministro Provenzano sul territorio regionale.

Sul riparto del fondo sanitario nazionale la Campania fara’ la guerra termonucleare”, ha dichiarato ancora nel corso del suo intervento il governatore Vincenzo De Luca. “Su questo – ha spiegato – misureremo la coerenza di tutti, a cominciare dagli esponenti del Pd: la verita’ viene prima delle bandiere di partito, anche quelle del Partito democratico, perche’ nella difesa dei nostri interessi dobbiamo stringere i pugni. Misureremo la coerenza di tutti gli esponenti politici perche’ un furto di 300 milioni come quello che subisce la Campania rappresenta una vergogna intollerabile”.

De Luca ha poi ricordato l’impegno nella gestione dell’emergenza sanitaria contro il Covid e rsui no vax “devo fare training autogeno… Ne avevamo una esponente anche al ministero della Salute. C’e’ gente che vuole litigare con me solo per farsi pubblicita’. Io non voglio fare pubblicita’ a nessuno, seguo la linea di Virgilio: Parce sepultis, pieta’ per i morti”.

Alla conferenza programmatica sono circolati anche i primi nomi in chiave dem per la scelta del futuro sindaco di Napoli, tra gli altri quelli del Ministro Amendola e del Ministro Manfredi entrambi presenti alla kermess. Qui sotto in foto il commissario del Pd avellinese Aldo Cennamo chiamo invece a sciogliere il nodo candidature nella lista del Pd di Avellino.

Fracesco Todisco che sarà a capo di una delle liste di centrosinistra al fianco del Governatore era ad Agnano, per programmare con lo staff di Provenzano iniziative sul territorio. Sullo sfondo il segretario dei giovani democratici avellinesi Lorenzo Preziosi.

 

Con il Ministro Manfredi il componente della Segreteria nazionale dem Franco Vittoria.