DAVID ERMINI ELETTO VICEPRESIDENTE DEL CSM

DAVID ERMINI ELETTO VICEPRESIDENTE DEL CSM

27 Settembre 2018 0 Di La redazione

L’ex Commissario del Pd irpino eletto con 13 voti al prestigioso incarico ai vertici del Consiglio Superiore della Magistratura

Fino al luglio scorso ha ricoperto l’incarico di Commissario della Federazione provinciale del Pd. Un ruolo delicato e prolungato, cominciato con la fine del Direttorio, passato dalle elezioni Politiche nazionali e il rinnovo degli organismi locali in un contestato Congresso Provinciale.

Da oggi David Ermini è il nuovo vicepresidente del Consiglio Superire della Magistraura. Lo ha eletto il plenum dell’organismo con 13 voti alla terza votazione, quando per l’elezione era sufficiente la maggioranza semplice; 11 preferenze sono andate ad Alberto Maria Benedetti e 2 sono state le schede bianche.

A livello nazionale la nomina ha scatenato polemiche e reazioni tra gli esponenti del Governo con accuse di magistratura politicizzata, ma non è la prima volta che il vicepresidente è un ex parlamentare. Anzi, nella grande maggioranza dei casi è stato proprio un ex deputato o ex senatore a ricoprire l’incarico che, stando all’Irpinia, fu anche di Nicola Mancino.

«Quando veniamo qui – sono state le prime parole di Ermini al consiglio che lo ha eletto – ognuno di noi dismette la casacca che aveva un minuto prima e risponde solo alla legge e alla costituzione».

Dalla Campania, lodi per l’elezione di Ermini. Ad esprimere soddisfazione e congratulazioni è la Presidente del Consiglio regionale Rosetta D’Amelio. “È  motivo di orgoglio per me averne conosciuto e apprezzato la professionalità e l’alto senso dello Stato e della giustizia nel corso della sua recente esperienza di commissionario della Federazione provinciale del Partito Democratico ad Avellino. Sono certa saprà ricoprire questo prestigioso incarico istituzionale e sarà custode indipendente e rigoroso della legge e della Costituzione”.

Dall’osservatorio irpino è davvero singolare e pieno di significati il percorso di Ermini, avvocato penalista ed ex deputato, reponsabile nazionale del settore Giustizia del Pd e soprattutto commissario di un Congresso provinciale caratterizzato da forti scontri di natura politica approdati in un’aula di Tribunale per presunte irregolarità (svolto in piena legittimità secondo gli organismi di garanzia nazionale del Pd).

Ora Ermini è ai vertici della Magistratura italiana.