D’AVERSA ALLA VIGILIA DI AVELLINO-PARMA: “GARA DIFFICILE E FONDAMENTALE”

D’AVERSA ALLA VIGILIA DI AVELLINO-PARMA: “GARA DIFFICILE E FONDAMENTALE”

28 Marzo 2018 0 Di Leonardo D'Avenia

Mister Roberto D’Aversa ha convocato per la gara del Partenio-Adriano Lombardi di Avellino 24 giocatori (in ordine alfabetico): Armando Anastasio, Yves Baraye, Antonino Barillà, Emanuele Calaiò, Fabio Ceravolo, Jacopo Dezi, Valerio Di Cesare, Antonio Di Gaudio, Andrea Dini, Pierluigi Frattali, Marco Frediani, Riccardo Gagliolo, Marcello Gazzola, Simone Iacoponi, Roberto Insigne, Alessandro Lucarelli, Pasquale Mazzocchi, Gianni Munari, Michele Nardi, Manuel Scavone, Francisco Sierralta, Luca Siligardi, Antonio Vacca. Aggregato alla trasferta anche Amato Ciciretti: in questi due giorni il giocatore proseguirà con lo staff medico e tecnico il proprio percorso di recupero. Non convocati: Matteo Scozzarella e Alessio Da Cruz, che durante l’amichevole tra Olanda U20 e Repubblica Ceca U20 (terminata 1-3 con il giocatore crociato partito titolare e impegnato per 61′) ha accusato un problema fisico e nei prossimi giorni verrà valutato dallo staff medico. Il tecnico ha poi così presentato la sfida:  “Sarà un Avellino che farà di tutto per cercare di fare risultato, in uno stadio molto caldo: conosciamo i loro pregi e difetti, dovremo essere pronti dal punto di vista del gioco e anche motivazionale, perché come detto non sarà un ambiente semplice. Ma d’altra parte in questo campionato partite semplici non ce ne sono, anche in casa contro il Foggia in 10 non era facile, i ragazzi sono stati bravissimi a ribaltarla contro una squadra che veniva da un periodo positivo e con un ampio seguito di tifosi, il che fa bene dal punto di vista dell’autostima: dobbiamo fare sì che l’entusiasmo prosegua e affrontare la prossima partita con la massima serenità, conoscendone le difficoltà“. “La continuità? Se vediamo gli ultimi quattro risultati ci sono 3 vittorie e una sconfitta. Quella di Chiavari ci ha rallentato e non ci sarebbe dovuta essere, ma da lì si deve ripartire e fare risultato, è importante farlo ad Avellino per affrontare poi il Palermo con più entusiasmo e positività, ora però è fondamentale la gara di domani sera. L’Avellino cercherà di fare risultato, è una squadra che sfrutta le verticalizzazioni immediate, i cambi di gioco e la fisicità, dovremo essere bravi a tenerli lontani dalla nostra area viste le loro caratteristiche”.

 

foto parmacalcio1913.com