CRIMINALITÀ IN VALLE CAUDINA, A CERVINARA UNA SEDUTA DI CONSIGLIO PROVINCIALE MONOTEMATICA

CRIMINALITÀ IN VALLE CAUDINA, A CERVINARA UNA SEDUTA DI CONSIGLIO PROVINCIALE MONOTEMATICA

21 Febbraio 2022 0 Di La redazione

“Una seduta di Consiglio Provinciale monotematica da tenersi a Cervinara per discutere dei gravi fatti di cronaca che si sono registrati di recente in Valle Caudina”. E’ quanto ha annunciato il presidente della Provincia, Rizieri Buonopane, nel corso della riunione del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica che si è svolta questa mattina in Prefettura.

“C’è la convinzione che le istituzioni debbano fare sentire forte la loro presenza sui territori. Proprio come sta facendo la Prefettura, grazie all’azione del prefetto Paola Spena. Le comunità della Valle Caudina, così come tutte le altre dell’Irpinia, devono avere contezza che le istituzioni sono al loro fianco – spiega il presidente Buonopane – La riunione di Consiglio Provinciale a Cervinara è un atto formale che diventa sostanziale. I consiglieri provinciali rappresentano altrettante realtà, dunque una vicinanza concreta da parte di altre comunità a quelle di Cervinara e San Martino Valle Caudina”.

Il presidente Buonopane elogia l’azione della magistratura e delle forze dell’ordine: “Un ringraziamento è doveroso per l’immediata e brillante risposta da parte dei magistrati e delle forze dell’ordine che in tempi rapidissimi hanno ricostruito i fatti consumatisi a San Martino Valle Caudina e a Cervinara, individuando i presunti responsabili. Ciò rappresenta una straordinaria affermazione dello Stato che irrobustisce la determinazione della gente del posto ad alzare le barriere contro ogni forma di criminalità. Le popolazioni locali stanno dimostrando coraggio e volontà superlativi nell’affermare la loro ferma opposizione contro tali fenomeni, insieme agli amministratori e ai sindaci Caterina Lengua e Pasquale Pisano”.

Nel corso della riunione in Prefettura, il presidente Buonopane ha evidenziato, inoltre, che la Provincia sta potenziando la Stazione Unica Appaltante (SUA): “Costituisce uno strumento utile per gli Enti, soprattutto in vista dei vari cantieri che si andranno ad aprire. E’ nostra intenzione redigere un Protocollo di Legalità con il supporto delle istituzioni preposte che serva anche come deterrente per chiunque immagini di poter aggirare la legge. Oltre questa iniziativa, su alcuni tratti specifici delle strade di nostra competenza stiamo progettando l’installazione di telecamere di videosorveglianza, proprio nell’ottica di una maggiore sicurezza del territorio”.