COVID, INSEGNANTE POSITIVA A MIRABELLA: DISPOSTA LA CHIUSURA DELLE SCUOLE

COVID, INSEGNANTE POSITIVA A MIRABELLA: DISPOSTA LA CHIUSURA DELLE SCUOLE

1 Ottobre 2020 0 Di Leonardo D'Avenia

La nuova ondata di contagi sta mettendo in allerta diverse comunità irpine. Alcuni primi cittadini infatti nelle ultime ore hanno disposto la chiusura di versi uffici pubblici e soprattutto di scuole. Detto del mini lockdown adottato dal primo cittadino di Montella Rino Buonopane, altri colleghi hanno disposto in maniera preventiva la chiusura delle scuole. E’ il caso di Cassano Irpino, Nusco, Solofra e Mirabella Eclano. Le comunicazioni sono arrivate tramite Facebook: “Con un nuova ordinanza ho disposto la chiusura per l’intera settimana della sede municipale e delle scuole presenti sul territorio. – scrive Salvatore Vecchia – Nelle prossime ore sarà operativa a Cassano una postazione mobile per effettuare i necessari tamponi. La vera ondata covid è questa: massima prudenza”. A Nusco il sindaco Ciriaco De Mita ha disposto la “Chiusura temporanea del Liceo Classico sez. staccata di Nusco dell’Istituto Rinaldo D’Aquino di Montella e Scuola media dell’ I.C. Kennedy di Nusco fino al 3 ottobre 2020″. A Solofra l’Amministrazione Comunale ha informa che, a seguito di richiesta del Dirigente dell’Istituto comprensivo Francesco Guarini e Reggente della Direzione Didattica di Solofra prof. Salvatore Morriale, ricevuta nel tardo pomeriggio di ieri, in accoglimento della stessa e in un’ottica di collaborazione, ha emesso un’ordinanza Sindacale che sancisce il rinvio dell’inizio delle attività didattiche a lunedì, 5 ottobre 2020, in diversi istituti scolastici del Paese. Infine situazione sotto monitoraggio a Mirabella Eclano, dove il sindaco Giancarlo Ruggiero comunicando la positività di un’insegnante della Scuola Primaria del paese, e specificando che la stessa è residente a Frigento, ha disposto l’immediata chiusura dei plessi scolastici della Primaria e Secondaria di Mirabella Eclano. Insomma come detto situazione non particolarmente facile da gestire per i primi cittadini, che nel loro potere stanno attuando tutte le procedure necessarie per cercare di contenere il contagio.