COVID. GLI ESPERTI CHIEDONO UNA STRETTA DELLE MISURE PER RALLENTARE LE VARIANTI.VENERDI IL CDM VALUTA NUOVE RESTRIZIONI

COVID. GLI ESPERTI CHIEDONO UNA STRETTA DELLE MISURE PER RALLENTARE LE VARIANTI.VENERDI IL CDM VALUTA NUOVE RESTRIZIONI

10 Marzo 2021 0 Di Anna Guerriero

Terminata a  Palazzo Chigi la riunione tra i rappresentanti del governo e quelli del Comitato tecnico-scientifico sull’emergenza Covid. Nella giornata di domani saranno esaminati nuovi dati sulla diffusione del contagio . Venerdì il Consiglio dei ministri potrà valutare l’adozione di eventuali misure. E’ quanto riferiscono fonti di Palazzo Chigi.

Intanto la regione Campania ha disposto da domani e fino al 21 marzo, in tutta la regione la chiusura di lungomari, piazze, parchi urbani, ville comunali e giardini pubblici. Nello stesso periodo stop a fiere e mercati, compresi quelli rionali o settimanali anche per i generi alimentari. Lo prevede un’ordinanza del presidente della Regione Vincenzo De Luca. Si raccomanda alla popolazione “di evitare assembramenti e ai datori di lavoro pubblici e privati il ricorso alle percentuali piu’ alte possibili di modalità di lavoro agile”.

Rallentare le varianti è possibile solo con misure più severe in quanto “potrebbero avere un impatto rilevante”. Lo indica l’Istituto Superiore di Sanità nel presentare i risultati dell’indagine sulle varianti condotta il 18 febbraio .

Preoccupa la situazione in Piemonte dove L’Unità di crisi della Regione  ha disposto la sospensione temporanea dei ricoveri non Covid in tutte le aziende sanitarie del territorio, escluse le urgenze e i ricoveri oncologici. La misura ha l’obiettivo di garantire sufficienti posti letto a disposizione dei pazienti Covid, passando dal 20% al 40% dei posti letto totali dedicati.