COVID CAMPANIA, RIPRISTINATE LE ATTIVITÀ DI SPECIALISTICA AMBULATORIALE

COVID CAMPANIA, RIPRISTINATE LE ATTIVITÀ DI SPECIALISTICA AMBULATORIALE

24 Gennaio 2022 0 Di Leonardo D'Avenia

L’attuale situazione pandemica, che sta ancora registrando casi di contagio da covid-19 tali da ritenere necessario e prudente la destinazione di un congruo numero di posti letto ospedalieri, sia di area medica che di terapia intensiva, ai pazienti positivi che necessitano di ricovero, sta imponendo una valutazione ed un approfondimento dei costi e dei benefici sulla salute pubblica circa il mantenimento o meno del provvedimento di sospensione delle attività di specialistica ambulatoriale ad oggi vigente.

 

 

Sul punto si prende atto delle numerose istanze che sono pervenute da operatori del settore, da associazioni di categoria e da società scientifiche che hanno imposto allo scrivente Organismo un approfondito esame sulla comparazione tra il ripristino delle attività ambulatoriali ed il rischio di aumentare la diffusione del contagio.

Considerati i vari interventi sul tema registrati da parte degli esperti nell’odierna riunione dell’Unità di Crisi, valutati gli impatti sulla salute pubblica che il perdurare della sospensione di tali attività, seppur con le eccezioni recate nel relativo provvedimento, e rapportati tali impatti al rischio di aumento del contagio, si è arrivati alla conclusione che, alla luce dell’odierna situazione epidemiologica, siano maturate le condizione per dichiarare decaduto il provvedimento di sosp one delle attività di specialistica ambulatoriale nel SSR, purchè esse siano organizzate e disciplinate da una rigorosa applicazione delle misure di prevenzione del contagio.

Tanto premesso, ferme restando le disposizioni relative ai ricoveri ospedalieri programmati, con le eccezioni di cui alla pregressa nota n. 18UC del 7 gennaio 2022, si dispone il ripristino di tutte le attività di specialistica ambulatoriale nel SSR, dando mandato ai Direttori Generali in indirizzo di adottare ogni misura utile a prevenire la diffusione del contagio.