COVID AVVERSARIO “DIFFICILE”. A FINE MESE CONFRONTO GOVERNO-FIGC

COVID AVVERSARIO “DIFFICILE”. A FINE MESE CONFRONTO GOVERNO-FIGC

21 Agosto 2020 0 Di Pellegrino Marciano

C’è apprensione nell’aria, causa Covid. Vite in ballo, niente di più importante. Ma volendone parlare dal punto di vista del mondo sportivo, questi giorni non sono assolutamente facili, soprattutto in Serie A, con i casi di Cagliari e Torino, con il caso Petagna, con i casi di Cavese e Casertana per quanto riguarda la Lega Pro. Insomma, c’è preoccupazione. I calciatori dopo essersi sottoposti nei mesi scorsi a controlli serrati secondo protocollo, hanno un po’ mollato la presa recandosi in vacanza altrove. Qualcuno ha contratto il Covid proprio nelle vacanze estive ed ecco che torna la paura di uno slittamento dei campionati con le porte aperte agli stadi che si allontanano sempre di più. Sarebbe un dramma se il calcio si fermasse in Italia, semplicemente perché il movimento calcistico rappresenta la terza industria del nostro. Ovviamente è solo un gioco, uno sport, e si sa che le vite umane sono la cosa più importante in assoluto. Intanto Governo e Figc si riaggiorneranno sulla questione a fine mese, il 30 o il 31 di agosto, per capire se le date fissate per gli inizi dei campionati saranno confermati. In caso contrario sarebbe un disastro per le società e per la nazionale italiana, dato che nel 2021 è programmato l’Europeo, già rinviato di un anno.

 

LEGA PRO

Il presidente Ghirelli al telefono solo pochi giorni fa ci aveva rassicurato (clicca qui per l’intervista) sull’inizio del campionato di Lega Pro che a detta sua non dovrebbe slittare e cominciare regolarmente il 27 settembre.