COVID AVELLINO. IL SINDACO STUDIA IL PIANO PER TAMPONI A TAPPETO

COVID AVELLINO. IL SINDACO STUDIA IL PIANO PER TAMPONI A TAPPETO

26 Ottobre 2020 0 Di La redazione

Controlli di massa attraverso il coinvolgimento di laboratori privati accreditati. È la strategia a cui sta lavorando il primo cittadino Gianluca Festa. L’annuncio potrebbe arrivare stasera nel corso della diretta social

Dinanzi alle difficoltà con cui il sistema sanitario territoriale non riesce a testare-tracciare-trattare il Virus, il Comune di Avellino prova lo scatto in avanti.

L’ipotesi che in queste ore è al vaglio di sindaco e stretti collaboratori è di sottoporre a screening il maggior numero di persone residenti per poter stanare e circoscrivere il Covid.

Una ricerca diffusa di asintomatici, dunque, nel tentativo di prevenire e arginare focolai. Non solo . L’obiettivo duplice è fornire risposte ad un sistema che rischia ormai di essere travolto.

Il piano, su cui vige il massimo riserbo, dovrebbe passare dal coinvolgimento di personale medico e paramedico volontario che verrà chiamato ad effettuare i tamponi, ma soprattutto dal protagonismo di laboratori di analisi chiamati a processare i risultati dei test.  I costi , senza sinergie dirette da vagliare e attivare con l’Asl – impegnata a sua volta in maniera gravosa e con personale esiguo su troppi fronti – potrebbero essere a carico dei cittadini o solo in parte finanziati.

Attraverso un bando pubblico il Comune potrebbe coinvolgere i laboratori privati per tentare di spuntare il prezzo più basso per i tamponi, d’altronde i numeri di quanti potrebbero o vorrebbero sottoporsi ai testi si prevedono elevati.

I monitoraggi dovrebbero avere luogo, ancora una volta, in modalità drive in a Campo Genova.
Al momento, tuttavia, si tratta soltanto di indiscrezioni. Da luglio ad oggi ad Avellino si registrano 123 casi di positività.

Nella diretta social di stasera il sindaco potrebbe fornire comunicazioni in merito e svelare i contenuti del piano.