COVID – 19. IRPINIAMBIENTE CHIEDE ALL’ASL DI SOTTOPORRE AI TEST LE MAESTRANZE DELLE ALTRE SEDI

COVID – 19. IRPINIAMBIENTE CHIEDE ALL’ASL DI SOTTOPORRE AI TEST LE MAESTRANZE DELLE ALTRE SEDI

10 Aprile 2020 0 Di La redazione

Test ai dipendenti, Irpiniambiente chiede all’Asl di estendere i controlli alle maestranze anche nelle altre sedi e negli altri comuni.

 

Si è chiusa oggi la due giorni dedicata dall’amministrazione comunale di Avellino ai dipendenti di Irpiniambiente operanti nelle sedi che insistono sul territorio comunale del capoluogo, per la somministrazione del test rapido per l’eventuale individuazione del Covid 19. Importante la partecipazione dei lavoratori al test che non ha evidenziato particolari criticità tra le maestranze.

Nel proseguire con le attività di tutela e sicurezza nei luoghi di lavoro per il contrasto alla diffusione del Covid 19, già poste in essere dai primi giorni di allarme relativo al virus, la società Irpiniambiente ha intenzione di intensificare le azioni di tutela e controllo.

In tal senso, Irpiniambiente ha voluto estendere anche alle maestranze operanti in altre sedi diverse dal capoluogo, analoga sensibilità, al fine di tutelare la salute di tutti i dipendenti che svolgono in tutti i comuni della Provincia attività essenziali per la collettività, quali sono quelle afferenti al ciclo integrato dei rifiuti.

L’amministratore Unico, Matteo Sperandeo e il direttore generale Armando Masucci hanno così inoltrato formale richiesta al direttore generale dell’Asl di Avellino, dottoressa Maria Morgante, per valutare la possibilità di effettuare test rapidi e/o tamponi per la ricerca del Covid 19, anche per i dipendenti di Irpiniambiente che svolge attività lavorativa in comuni diversi dal Capoluogo provenienti da altre sedi della società.

“Si tratta di una giusta attenzione – dichiarano Sperandeo e Masucci – al fine di tutelare il diritto alla salute dei dipendenti in piena garanzia di condizioni di benessere dei lavoratori”

La società resta in attesa del riscontro da parte dell’ente deputato ai controlli richiesti al fine di organizzare l’eventuale attivazione dei test.