COVID 19-AGGIORNAMENTI: DUE DECESSI. DECIMO CONTAGIO A MERCOGLIANO, PRIMI A LAPIO E MUGNANO

COVID 19-AGGIORNAMENTI: DUE DECESSI. DECIMO CONTAGIO A MERCOGLIANO, PRIMI A LAPIO E MUGNANO

27 Marzo 2020 0 Di La redazione

Coronavirus: In Irpinia dall’inizio dell’emergenza 183 contagiati, 16 decessi,  2 guariti e 37 Comuni interessati. Il bilancio alle 23.20 del 26 marzo

Flumeri piange la seconda vittima, un 70 enne, risultato positivo al Covid-19, ricoverato alla Città Ospedaliera dal 18 marzo scorso e dal 22 in terapia intensiva. A Mugnano lacrime per la scomparsa di un 57 enne che ieri era giunto in condizioni critiche al Pronto soccorso dell’ospedale Moscati, il tampone post mortem ha decretato la positività. A Mercogliano si registra il decimo caso, a Lapio il primo, un’altro ancora a Mugnano, mentre ad Ariano i contagiati salgono a 75.

In Campania il numero dei contagiati arriva a 1.454

La mappa del contagio aggiornata:

  1. Atripalda: (1)
  2. Ariano: 75 contagiati *(7 vittime di cui 1 originario di Greci) – ** (1 guarito)
  3. Avellino (15)
  4. Bagnoli Irpino (2) di cui 1 domiciliato a Napoli
  5. Bonito (1) *(1 vittima)
  6. Castelbaronia (1)
  7. Cervinara (3)
  8. Cesinali (1)
  9. Chiusano (4)
  10. Fontanarosa (1)
  11. Forino (3)
  12. Flumeri (8) * (2 vittima)
  13. Gesualdo (2) * (1 vittima)
  14. Grottaminarda (2)
  15. Lacedonia (5)
  16. Lauro (2)
  17. Lapio (1)
  18. Melito Irpino (2) di cui uno domiciliata nel comune di Bonito
  19. Mercogliano (10)
  20. Mirabella (9)* (1 vittima)
  21. Montecalvo (1)
  22. Monteforte I. (3)
  23. Montefredane (1)
  24. Mugnano (2) * (1 vittima)
  25. Pietradefusi (1)
  26. Pratola Serra (1)
  27. San Martino Valle Caudina (1)
  28. San Michele di Serino (1)
  29. Sant’Angelo dei Lombardi (1)
  30. Savignano (2) ** (1 guarita)
  31. Solofra (7)
  32. Scampitella (5)
  33. Taurasi (1)
  34. Trevico (2)
  35. Vallesaccarda (1)
  36. Venticano (3)* (2 vittima)
  37. Villanova del Battista (2)* (1 vittima)

ULTIM’ORA

COVID-19. PRIMO CASO A LAPIO, IL MESSAGGIO DEL COMUNE

IL MESSAGGIO DEL SINDACO DI MERCOGLIANO DOPO IL DECIMO CASO

COVID-19. DECIMO CASO A MERCOGLIANO, IL MESSAGGIO DEL SINDACO

CORONAVIRUS. MUGNANO E LAPIO PRIMI CASI, DECIMO A MERCOGLIANO

 *Vittima Ariano: un uomo di 66 anni giunto al Pronto soccorso del “Moscati” il 13 marzo con patologie coronariche, è stato immediatamente ricoverato in rianimazione dove è deceduto dopo qualche ora. Il tampone post mortem ha riscontrato positività al Covid-19.

*Vittima Ariano: una donna di 69anni, ricoverata nell’Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione dell’Azienda Moscati dall’11 marzo. Soffriva di ipertensione ed era affetta da diabete mellito. E’ spirata il 17 marzo.

*Vittima Mirabella: un uomo di 73 anni, con pluripatologie, giunto in ospedale il 13 marzo, in isolamento nel reparto di medicina interna, è spirato il 14 marzo.

*Vittima Venticano: un uomo di 78 anni, ricoverato nell’Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione dell’Azienda Moscati, aveva pregresse patologie cardiache. E’ spirato il 17 marzo.

* Vittima Ariano: un 64enne di Ariano Irpino, trasferito alla Città Ospedaliera il 12 marzo scorso dal Presidio ospedaliero Frangipane di Ariano. L’uomo era un malato oncologico e aveva seri problemi cardiaci. E’ spirato il 18 marzo.

*Vittima Villanova del Battista: una 80enne ricoverata all’Ospedale di Caserta. E’ spirata il 19 marzo.

*Vittima Ariano: deceduto Don Antonio Di Stasio, il parroco della Cattedrale di Ariano risultato positivo al Covid 19 nei giorni scorsi. E’ spirato il 20 marzo.

* Vittima Bonito: 84 enne, ricoverato all’ospedale “Frangipane”, già affetto da diverse patologie. E’ spirato il 20 marzo.

*Vittima Flumeri: un 89enne di Flumeri, ricoverato dal 15 marzo in Medicina Interna al “Moscati”. E’ spirato il 20 marzo.

*Vittima Flumeri: È deceduto nell’Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione dell’Azienda Moscati un 70enne di Flumeri, risultato positivo al Covid-19. L’uomo era ricoverato alla Città Ospedaliera dal 18 marzo scorso e dal 22 era in terapia intensiva. E’ spirato il 26 marzo.

*Vittima originario di Greci domiciliato ad Ariano: un 86enne di Greci, ricoverato dal 6 marzo in Medicina Interna al “Moscati”, paziente pluripatologico. E’ spirato il 20 marzo.

*Vittima Gesualdo: una 60enne di Gesualdo. Quest’ultima è arrivata al PS della Città Ospedaliera il 12 marzo scorso e presentava patologie pregresse. E’ spirata il 22 marzo.

*Vittima Ariano: un 71 enne di Ariano. Ricoverato presso l’Unità operativa di anestesia e rianimazione dell’azienda ospedaliera “Moscati”. L’uomo risultato positivo al Covid 19 era ricoverato dal 9 marzo. E’ spirato il 23 marzo.

*Vittima Ariano: si tratta del 56enne di Ariano Irpino ricoverato da alcuni giorni presso l’ospedale Rummo di Benevento. Le condizioni dell’uomo sono da subito apparse gravi, infatti, dopo poche ore dal suo ricovero è stato immediatamente intubato. Purtroppo la situazione è andata sempre più aggravandosi fino alla morte del tardo pomeriggio di oggi. E’ spirato il 24 marzo.

*Vittima Venticano: è deceduto nell’Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione dell’Azienda Moscati un 72enne di Venticano, risultato positivo al Covid-19. L’uomo era ricoverato dal 15 marzo scorso. E’ spirato il 25 marzo.

*Vittima Mugnano: si tratta di un 57enne deceduto il 25 marzo al pronto soccorso dove era giunto in condizioni critiche, il tampone post mortem è risultato positivo al Covid 19.

 

** Guarito: È stata dimessa, dopo il risultato negativo dei due tamponi di verifica effettuati a distanza di 24 ore e dopo 14 giorni dalla positività, la prima paziente ricoverata per Covid-19 all’Azienda Ospedaliera Moscati. Si tratta di una 59enne, dal 5 marzo scorso in cura presso l’Unità Operativa di Malattie Infettive della Città Ospedaliera, assistita da personale dedicato in una stanza di isolamento a pressione negativa. La donna è il primo paziente irpino guarito dal Covid-19. Dimessa il 20 marzo.

** Guarito: E’ stata dimessa la 43enne Veterinaria di Savignano Irpino che era ricoverata all’Ospedale di Benevento. Aveva inviato un video messaggio per parlare della sua degenza ma soprattutto per lanciare un messaggio a tutti di restare a casa e preservare la propria salute e la salute di tutti. Dimessa il 24 marzo.

 

I DATI IN CAMPANIA

CORONAVIRUS. I CONTAGIATI IN CAMPANIA SALGONO A 1.454