Home / Cronaca Avellino / CONTROLLO DEL TERRITORIO DA PARTE DEI CARABINIERI DELLA COMPAGNIA DI AVELINO: DENUNCE E PATENTI RITIRATE

CONTROLLO DEL TERRITORIO DA PARTE DEI CARABINIERI DELLA COMPAGNIA DI AVELINO: DENUNCE E PATENTI RITIRATE

Il Comando Provinciale di Avellino ha predisposto una serie di servizi straordinari per il controllo del territorio della Compagnia di Avellino.

L’articolato dispositivo ha permesso di effettuare perquisizioni e controlli, con il risultato di undici persone denunciate in stato di libertà. Quattro le patenti ritirate, cinque veicoli sequestrati ed elevate altresì oltre quaranta contravvenzioni per violazioni al Codice della Strada, per un importo di alcune migliaia di euro.

Nello specifico, quattro giovani due dell’hinterland Avellinese ed uno della provincia di Salerno ed uno della provincia di Napoli venivano sorpresi alla guida in stato di ebbrezza: alla luce dell’acclarata sintomatologia, venivano invitati a sottoporsi alle previste verifiche all’esito delle quali per i quattro si accertava la recente assunzione di droghe.

Per gli stessi scattava dunque la denuncia alla Procura della Repubblica di Avellino, diretta dal Procuratore Dott. Rosario Cantelmo, il ritiro delle patenti di guida (per la successiva sospensione che potrà arrivare anche a 2 anni) e l’affidamento delle autovetture a persone idonee.

Alla medesima Autorità Giudiziaria è stato inoltre deferito un 40enne residente nel serinese per smaltimento e combustione di rifiuti. In particolare l’uomo abbandonava in un nocelleto rifiuti speciali consistenti in vecchi tessuti appiccandone successivamente il fuoco con una bottiglia di alcool.

Circa Leonardo D'Avenia

Leonardo D'Avenia

Vedi Anche

TEATRO. COMITATO, SENZA SOLDI E CARTELLONE, PRONTO ALLE DIMISSIONI

  Ultimatum del comitato di gestione all’amministrazione Foti. Senza delibere di bilancio e affidamento al ...

CONGRESSO PROVINCIALE PD, MAL DI PANCIA DIFFUSI E TESSERAMENTO A RILENTO

  Equilibri labili in vista del congresso provinciale. Le alleanze possibili e i malumori pronti ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *