CONTAGI, QUATTRO CASI IN IRPINIA, DUE SONO DI RITORNO DA SOGGIORNI ALL’ESTERO

CONTAGI, QUATTRO CASI IN IRPINIA, DUE SONO DI RITORNO DA SOGGIORNI ALL’ESTERO

1 Settembre 2020 0 Di Delfino Sgrosso

Nella giornata in cui si registrano 185 contagi in Campania di cui 84 di ritorno dalle ferie, anche l’Irpinia paga dazio al coronavirus. Sono infatti quattro i contagi registrati in Irpinia nella giornata di ieri nei comuni di Avellino, Mercogliano, Capriglia e Montoro.

A confermare l’attuale trend nazionale, che vede circa la metà dei contagiati provenienti da località di soggiorno estere, solo i casi di Avellino e Mercogliano sono riconducibili a contatti di altrettanti positivi, mentre i casi di Capriglia e Montoro sono contagi di ritorno. La grande attenzione su questa tipologia di positività è testimoniata anche dalle parole del sindaco di Montoro, Girolamo Giaquinto, che in un post su Facebook ha inteso rassicurare la popolazione circa la positività della concittadina, che risulta essere in buone condizioni e già in isolamento con l’intero gruppo familiare.

Quanto mostrato in queste ore in Irpinia testimonia il grande lavoro compiuto in Provincia e nella Regione Campania tutta per tenere a freno soprattutto i contagi di ritorno, il vero tallone di Achille per l’Italia in un estate sconsiderata sotto tutti i punti di vista. I tamponi agli ingressi in Italia ed in Campania e soprattutto il tracciamento delle interazioni, provano a rendere difficile la vita al virus.

E’ chiaro però, ed i casi irpini lo confermano, che ci vuole innanzitutto la coscienza del viver civile perché le cose funzionino, e ciò si traduce nell’adottare tutte le precauzioni del caso in Italia e nel sottoporsi a test, tamponi e quant’altro in maniera spontanea se si è di rientro dall’estero.

Bisogna ricordare che tutto quanto viene compiuto sulla strada della prevenzione e del controllo è fatto nell’interesse della comunità e dei propri cari per cui è un dovere civile e morale seguire le prescrizioni sanitarie imposte. Con il virus dovremo conviverci ancora per un po’ per cui ognuno deve fare la sua parte.

Auguriamo ovviamente una pronta guarigione ai neo-casi in Irpinia e a tutti i positivi d’Italia e del Mondo.