CONTAGI OLTRE IL 7% IN CAMPANIA, IN IRPINIA STAMANE TRE NUOVI CASI NEL COMUNE DI TORRIONI

CONTAGI OLTRE IL 7% IN CAMPANIA, IN IRPINIA STAMANE TRE NUOVI CASI NEL COMUNE DI TORRIONI

22 Settembre 2020 0 Di Delfino Sgrosso

Il bollettino coronavirus di ieri ha diffuso dati allarmanti in Campania. Un vero e proprio boom di contagi, sia in assoluto, 243 nuovi casi e primato nazionale, sia percentile, con un preoccupante 7% abbondante, frutto dei soli 3405 tamponi effettuati.

E, contrariamente a chi sostiene che i casi siano in discesa in Italia, anche nello stivale non è andata per nulla bene, con 1350 nuovi casi su meno di 56mila tamponi effettuati con una percentuale superiore al 2,4 %, ben oltre l’1,9% di domenica. La curva si muove ed oscilla in continuazione ma ribadiamo che oltre al dato assoluto è sempre importante vedere quello percentuale, in grado davvero di dire come la curva si muove.

In tutto ciò anche l’Irpinia paga il suo prezzo. Dodici nuove positività nelle ultime 24 ore, di cui 4 residenti nel comune di Avella, 3 a Sperone, 2 ad Avellino, 2 a Cervinara ed uno a Manocalzati. Ognuno di essi ha avuto contatti con un positivo a testimonianza che le regole su distanziamento, mascherine e sanificazione delle mani sono sempre più stringenti ed importanti.

In mattinata è giunta peraltro la notizia di tre nuove positività anche nel Comune di Torrioni. Lo ha comunicato il sindaco Annamaria Oliviero sul suo profilo Facebook. “Cari cittadini – si legge nel post – devo purtroppo informarvi della positività al Covid-19 di 3 persone soggiornanti da qualche giorno nel nostro comune. Le loro condizioni di salute per ora non destano particolari preoccupazioni e ci auguriamo che possano presto superare questo difficile momento. Dal loro arrivo sul territorio hanno rispettato l’obbligo di isolamento fiduciario e riferiscono di non aver avuto contatti con altre persone.

So che questa notizia desterà in voi preoccupazione e ansia – conclude il primo cittadino del comune irpino – ma vi prego di conservare la calma, di osservare le regole prescritte (distanziamento, mascherine, igiene) e di pregare per una loro pronta guarigione”.