CONTAGI, ALTRI 8 CASI IN IRPINIA DI CUI 5 AD AVELLINO, IL COVID NON RALLENTA LA SUA CORSA

CONTAGI, ALTRI 8 CASI IN IRPINIA DI CUI 5 AD AVELLINO, IL COVID NON RALLENTA LA SUA CORSA

5 Settembre 2020 0 Di Delfino Sgrosso

Il Coronavirus non molla la presa sull’Irpinia, con i contagi che continuano a salire. L’ASL di Avellino, nel suo consueto bollettino giornaliero, ha comunicato che sono risultati positivi i tamponi effettuati su 8 persone. 4 sono residenti ad Avellino e riguardano un intero nucleo familiare, una paziente 75enne del Moscati, un residente a Solofra, uno a Mercogliano e una donna 85enne a Montemarano.

Sono invece 185 le persone in isolamento fiduciario mentre a Campo Genova vengono effettuati una madia di 200 tamponi al giorno. Il bilancio di questa seconda ondata di contagi in Irpinia sale dunque a 95 unità, un numero che deve far tenere altissima l’attenzione sui protocolli sanitari ma che comunque deve essere opportunamente interpretato.

Proviamo dunque a leggere i numeri in maniera diversa, pur se limitandoci solo ai dati degli ultimi due giorni. Analizzando infatti le percentuali di contagio nazionali e campane scopriamo che, dal 02 al 04 settembre, l’Italia ha avuto una percentuale di contagiati pari all’1,5 %, ossia ogni 100 tamponi effettuati ne sono risultati positivi 1,5. In Campania la media aggregata è invece più del 2,9 %, ossia praticamente il doppio.

Ciò può voler dire sostanzialmente due cose, di cui l’una non esclude l’altra. La prima è che in Campania sono effettivamente attivi alcuni cluster di infezione, come potrebbe essere quello attivo tra Mercogliano ed Avellino, che stanno facendo impennare i numeri del contagio, rendendo dunque ancor più necessaria una tempestiva individuazione dei casi ed un rispetto cosciente, costante e continuo dei protocolli sanitari attuati.

Il secondo aspetto è che il numero dei contagi così alto potrebbe essere dovuto anche al fatto che la Campania è l’unica regione d’Italia che sta effettuando il tracciamento dei rientri da fuori regione, che, come testimoniato anche dal trend nazionale, attualmente rappresenta una percentuale variabile tra il 33 ed il 50%, ossia tra un contagio su tre ed un contagio su due, innalzando così giocoforza la percentuale ed il numero assoluto di positività accertate campane ed irpine. Insomma niente panico in questa fase, ma rispetto assoluto e rigoroso delle regole sanitarie e tanto buon senso.