consiglio comunale avellino diretta

CONSIGLIO COMUNALE. L’ELEZIONE DEL VICEPRESIDENTE DIVENTA UN CASO, LA LEGA ROMPE CON IL M5S

22 ottobre 2018 0 Di La redazione

Laudonia con 15 voti eletto alla vicepresidenza dell’assiste cittadina, la Lega polemizza, la replica: nessun accordo

«Non ha più senso parlare di maggioranza dopo l’accordo tra 5 stelle, Mai più e parte del PD per eleggere Laudonia vicepresidente. I 5 stelle che hanno rivendicato fino ad ora trasparenza e coerenza politica, non perdono occasione per mettere in campo qualunque tipo di accordo sottobanco purché finalizzato al raggiungimento del loro scopo contingente. Ancora una volta il sindaco ed il suo gruppo preferiscono pescare nel torbido, invece che scegliere la strada della linearità politica. Che delusione! Dalla giunta, alle nomine esterne, passando per la vicepresidenza, sembra non esserci nessuna differenza tra l’amministrazione Ciampi ed i suoi predecessori. È proprio vero, in certe realtà come la nostra il tanto decantato “cambiamento” è solo una questione di facciata. Cambiano i nomi dei burattini ed anche quelli dei burattinai, ma il teatrino è sempre lo stesso». Questo il testo del comunicato stampa della Lega a seguito dell’elezione in Consiglio, con 15 voti a favore, del consigliere del Movimento alla carica di vicepresidente in sostituzione di Iacovacci (diventato presidente della commissione lavori pubblici e pertanto incompatibile con il ruolo, ndr). notizie avellino damiano genovese lega

A stretto giro di post la replica del Movimento affidata al diretto interessato, così Laudonia: «Non abbiamo fatto accordi di maggioranza e di nessun altro tipo. Mai. Non lo abbiamo fatto sulla giunta, non lo abbiamo fatto sul presidente del consiglio e nemmeno sulla maggioranza, figuriamoci sulla figura del vicepresidente del Consiglio Comunale. Sì è formata semplicemente una convergenza sulla mia persona, non capisco quale sia il problema. Se avessimo confluito su uno del pd o altro cosa si sarebbe detto? A noi interessa poco disquisire di tutto ciò, noi vogliamo solo risolvere i problemi della città».