Home / Attualità / LA MAGGIORANZA NON C’E’: IL CONSIGLIO SALTA TRA LE POLEMICHE, IL SOLITO STUCCHEVOLE COPIONE

LA MAGGIORANZA NON C’E’: IL CONSIGLIO SALTA TRA LE POLEMICHE, IL SOLITO STUCCHEVOLE COPIONE

Solo 15 hanno risposto all’appello in aula, 6  consiglieri di maggioranza – per lo più dissidenti della prima o dell’ultima ora (Grella, Melillo, Matetich, Miro, Festa e Poppa), 7 consiglieri  d’opposizione (Arace, Giordano, Di Iorio, Spiezia, Bilotta, Preziosi, Palumbo), il sindaco Foti e il Presidente di turno dell’assise Pericolo. Questi i presenti al tanto atteso Consiglio in cui il sindaco  avrebbe dovuto illustrare alla Città – ma anche agli stessi consiglieri – una settimana di fibrillazioni con dimissioni paventate, meditate e non rassegnate dietro pressioni. Seduta deserta per mancanza del numero legale dunque, sarebbe servita la presenza di 17 consiglieri. Hanno presentato una giustifica d’assenza, letta in apertura dei lavori dal Presidente, i consiglieri: Petitto, Russo, Percopo, Amodeo e Montanile.

L’opposizione in conferenza stampa denuncia tuttavia la presenza e la “fuga” di due esponenti di maggioranza che si sarebbero allontanati dall’aula, Giacobbe e Cucciniello nello specifico , che facendo venir meno la soglia minima hanno fatto rinviare a domani le comunicazioni del primo cittadino e il dibattito sull’ordine del giorno. Rinviate così le decisioni su servizi sociali, bilancio di previsione e politiche abitative. Roventi le polemiche della minoranza che, ribadendo per domani la presenza in aula, ha sentenziato con Preziosi: “Se ne fregano della Città e dei cittadini”. Duro Giordano anche sul caso parcheggi ed il ritiro della cooperativa multiservice dalla gestione, la nota stampa diramata da Fausto Sacco ha innescato le prime reazioni: “Nel documento si parla di pressioni politiche, ne parleremo nei prossimi consiglio comunali se ce ne daranno la possibilità”, ha chiosato Giordano.

 

 

 

 

Circa La redazione

La redazione

Vedi Anche

LE TOMBE DI MANCINI E DE SANCTIS TRA DEVASTAZIONE E ABBANDONO. COMMEMORAZIONI E VERGOGNA

  Lapide rotta e busto trafugato 8 anni fa per Mancini, non un fiore per ...

SCUDOCROCIATO E NOME DC SPETTANO A ROTONDI. ORA TOCCA AL MARKETING

«Mi è arrivata una notifica degli atti giudiziari che mi comunica una sentenza di vittoria ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *